zoom Fonte foto: dennizn / Shutterstock.com
TECH NEWS

Zoom si aggiorna alla versione 5.0: cosa cambia e come scaricarla

Zoom ha annunciato l'uscita di Zoom 5.0, la nuova versione dell'app per le videochiamate che porta con sé molte novità, soprattutto per quanto riguarda la privacy

Il boom di download e installazioni prima, i problemi e la pioggia di critiche dopo, una nuova app per mettere le cose a posto ora. Ne sono successe di cose negli ultimi quaranta giorni a San Jose, California, dove ha sede Zoom Video Communications, lo sviluppatore dell’ormai arcinota app di videoconferenze Zoom.

La stessa Zoom che, prima della quarantena, quasi nessuno conosceva e che adesso usano 200 milioni di persone nel mondo. La stessa Zoom per la quale è stato coniato il termine “Zoombombing“, cioè l’intromissione nelle videoconferenze altrui per disturbare e pronunciare volgarità. La stessa Zoom che “per sbaglio” ha fatto passare i dati dei suoi utenti attraverso server cinesi (e se un dato passa da un server in Cina, allora il Governo cinese può metterci gli occhi sopra). Adesso arriva l’aggiornamento a Zoom 5.0 e, secondo lo sviluppatore, tutto cambia: più controlli per la privacy, contro lo zoombombing e, soprattutto, una crittografia finalmente idonea a proteggere i dati di 200 milioni di utenti.

Zoom 5.0: cosa cambia

La novità principale introdotta dalla versione 5.0 dell’app di Zoom è la crittografia AES-256 GCM, che finalmente è in grado di proteggere i dati dell’utente criptando sia la connessione con chiavi crittografiche veramente complesse da decifrare. L’introduzione di questo standard di crittografia avverrà gradualmente, entro il 30 maggio. In arrivo anche il Control Data Routing, cioè la possibilità per l’amministratore del meeting di decidere da quali server far passare il flusso dei dati. Tutte le impostazioni di sicurezza, poi, saranno accessibili cliccando su una sola icona. L’uso di una password robusta sarà poi obbligatorio per quasi tutti i meeting, specialmente quelli registrati in cloud.

Zoom 5.0: le funzionalità contro lo zoombombing

Per contrastare il fenomeno dello zoombombing, su Zoom 5.0 arriva l’obbligo per chi entra in un meeting di qualcun altro di passare per una Waiting Room. Gli admin, invece, avranno la possibilità di segnalare un account se si comporta in maniera molesta. La segnalazione sarà vagliata da un team interno di Zoom, che potrebbe arrivare fino al ban dell’account del molestatore.

Zoom 5.0: come e dove scaricarlo

Zoom 5.0 ancora non c’è: è stato solo annunciato ma non ancora rilasciato al pubblico. Appena sarà disponibile potrà essere scaricato all’indirizzo https://zoom.us/download (o sugli store di Google e Apple, per le app mobile). Al momento l’ultima versione disponibile di Zoom è la 4.6.12, che non ha ancora tutte le novità descritte.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963