Libero
zte axon 30 Fonte foto: ZTE
ANDROID

ZTE Axon 40 in arrivo con la nuova fotocamera UDC

Il quarto modello della serie Axon sarà il terzo con la fotocamera sotto lo schermo: ecco come cambierà il sensore e cosa aspettarsi

Telefono nuovo, tecnologia nuova. Almeno questa è la filosofia dell’azienda cinese ZTE che si sta preparando a introdurre sul mercato lo smartphone ZTE Axon 40. ZTE ha lavorato in silenzio e molto duramente negli ultimi mesi e il prossimo 9 maggio finalmente presenterà il nuovo telefono con fotocamera sotto il display (UDC, Under Display Camera). Anche se non conosciamo nel dettaglio le specifiche tecniche, abbiamo raccolto alcuni indizi che ci dicono come sarà il nuovo smartphone.

Facciamo un passo indietro, fino al 2020, quando ZTE presentò lo ZTE Axon 20, il primo smartphone che portava sul mercato una fotocamera sotto il display. L’azienda nel corso del 2021 ha migliorato la tecnologia, riproponendola aggiornata all’interno dello ZTE Axon 30 (in foto). Ora stiamo per vedere la terza generazione di questa tecnologia, nel frattempo sviluppata anche da altri produttori come Samsung, su Galaxy Z Fold3, e Xiaomi, su Mi Mix 4. Secondo recenti indiscrezioni, la nuova generazione della fotocamera sotto il display porterà enormi miglioramenti: il display sarà assolutamente compatto e non sarà possibile distinguere alcun indizio della presenza della fotocamera sotto lo schermo.

ZTE Axon 40: come sarebbe fatto

Secondo informazioni non ufficiali il display del nuovo ZTE Axon 40 avrebbe risoluzione Quad HD+ su un pannello che dovrebbe essere OLED e con densità di 400 ppi come il predecessore ZTE Axon 30, nonostante la fotocamera sottostante sia dotata di un sensore più ampio.

Sul modello ZTE Axon 30 il sensore sotto il display è da 16 MP mentre su nuovo ZTE 40 sarà certamente a risoluzione superiore. Forse anche più alta dei 20 MP visti su Xiaomi Mi Mix 4.

Per far funzionare una fotocamera sotto lo schermo bisogna fare in modo che la luce passi dallo schermo, altrimenti il sensore non avrebbe proprio nulla da fotografare. Più è grande il sensore, più deve essere grande l’area dello schermo “semi-trasparente“.

Ma più è “denso" lo schermo e più i pixel sono vicini, lasciando meno spazio alla luce per passare. Insomma: la questione, tecnicamente, non è affatto semplice.

Sul retro, invece, dovrebbero esserci quattro sensori fotografici, ma al momento sono sconosciuti. ZTE Axon 30 aveva una fotocamera da 64 MP (Sony IMX682), una da 8 MP (Grandangolo) una da 5 MP (Macro) e infine una da 2 MP (Profondità).

Il processore, potrebbe rientrare nella fascia medio-alta (Qualcomm Snapdragon 778GMediaTek Dimensity 8100), oppure alta (MediaTek Dimensity 9000). Ricordiamo, però, che sia lo ZTE Axon 20 che lo ZTE Axon 30 erano dotati di chip di fascia medio-alta, rispettivamente il Qualcomm Snapdragon 765 e il Qualcomm Snapdragon 870, ma non erano dei top di gamma veri e propri.

Non è da escludere la possibilità che il nuovo ZTE Axon 40 possa essere presentato in due versioni, la standard e la Pro (o Ultra), con la seconda dotata di un processore più potente come il Qualcomm Snapdragon 8 Gen1+.

Le memorie, invece, potrebbero oscillare tra gli 8 e i 12 GB di RAM abbinati a 256 o 512 GB di spazio archiviazione, ma non sappiamo se espandibili.

La batteria dovrebbe essere da 4.200 mAh con ricarica da 65 W.

ZTE Axon 40: prezzi e disponibilità

Come anticipato la presentazione in Cina è prevista il 9 maggio. L’eventuale presentazione sui mercati europei e italiano potrebbe essere di pochi mesi successiva, già in estate con arrivo a inizio autunno, o anche prima.

Il prezzo per la versione standard ZTE Axon 40 potrebbe essere superiore a quello di ZTE Axon 30, venduto in Italia da settembre 2021 con un prezzo di partenza di 499 euro.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963