chiamate-skype Fonte foto: Shutterstock
APP

6 alternative a Skype, gratis

Che si tratti di una videochiamata o chiamata VoIP, Skype è tra i primi nomi che balzano alla mente. Il software Microsoft, però, non è l'unico disponibile

Ben prima che fosse acquistato da Microsoft nel 2011, Skype poteva contare su una nutrita schiera di fan in tutto il mondo. Tutt’altro che difficile immaginare il perché: con un unico programma, disponibile per Windows, macOS, Linux, Android e iOS,è possibile chattare ed effettuare videochiamate gratis.

Grazie all’integrazione con i servizi Microsoft, il numero degli utenti Skype è salito in maniera vertiginosa, fino a superare quota 300 milioni di utenti unici mensili (dati ufficiali riferiti al I trimestre 2016). Ciò non vuol dire, però, che il software Microsoft sia l’unico disponibile quando c’è da fare una videochiamata o una chiamata VoIP. Di altenative a Skype gratis se ne contano a decine, ognuna con le proprie caratteristiche e funzionalità. Insomma, se Skype non funziona o se la piattaforma VoIP Microsoft non dovesse andarvi a genio, potete tranquillamente optare per uno dei suoi “gemelli diversi”.

Google Hangouts

Probabilmente il servizio Voip e di videochiamate più celebre e utilizzato dopo Skype, Google Hangouts offre ai suoi utenti tutte le maggiori funzionalità presenti anche nel servizio targato Microsoft. Disponibile come piattaforma web, come app per iOS e Android e come app per Chrome, si integra alla perfezione con gli altri servizi web di Big G e consente di importare automaticamente i contatti presenti nella Rubrica di Gmail o del proprio smartphone Android. In alternativa, sarà possibile inviare un invito via email o numero di telefono così da prendere parte alla chiamata VoIP. In caso di videochiamate, invece, sarà possibile aggiungere fino a un massimo di 10 contatti contemporaneamente: non molti, ma comunque un numero sufficiente anche per riunioni di lavoro.

Viber

Tra le app di messaggistica più utilizzate, Viber può contare su oltre 800 milioni di utenti unici mensili (poco meno di WhatsApp e Facebook Messenger e quasi il triplo di Skype). Nasce come app per videochiamate e ben presto si afferma come una delle più valide alternative a Skype gratis: permette di inviare messaggi di testo (con sticker ed emoji, ovviamente), di fare chiamate VoIP e videochiamate (anche se non di gruppo), tutto senza dover pagare nulla. A meno che non si voglia sottoscrivere l’abbonamento a Viber Out, che permette di effettuare chiamate a numeri di telefono fissi e cellulare a prezzi contenuti.

Disponibile sia su computer (Windows e macOS) sia su smartphone (possibile scaricare le app per Android e iOS), Viber permette di creare anche chat di gruppo con un massimo di 250 utenti con i quali condividere foto, audio e video.

WhatsApp

Per una piattaforma di messaggistica che può contare su oltre 1 miliardo di utenti attivi mensilmente non servono poi grosse presentazioni. Oltre che per inviare messaggi e note audio, WhatsApp può essere utilizzata anche per fare chiamate e videochiamate. Tutto quello che si dovrà fare sarà entrare nella conversazione e premere sull’icona della cornetta telefonica o della videocamera: nel giro di pochi secondi si potrà iniziare a parlare liberamente con i propri amici. Vale la pena sottolineare, però, che chiamate e videochiamate sono disponibili solo attraverso l’app: WhatsApp Web, infatti, non consente di parlare live con i propri amici.

Talky

A differenza delle altre alternative gratis a Skype, Talky funziona solo da web browser. A parte questa (piccola) limitazione, Talky sembra essere stata creata appositamente per videoconferenze di lavoro: a ogni videochiamata possono partecipare un massimo di 15 persone, mentre l’amministratore che crea la “stanza” potrà scegliere un URL a proprio piacimento da condividere successivamente con gli altri partecipanti. Inoltre, l’accesso alle stanze può essere protetto da password, così da garantire un più elevato livello di sicurezza nel caso in cui qualcuno riuscisse a indovinare l’indirizzo esatto della propria videoconferenza.

ooVoo

Disponibile su Amazon Fire, smartphone e tablet Android, su iPhone e iPad, su Windows e macOS, ooVoo è una piattaforma di comunicazione che fa delle videochiamate di gruppo la sua arma migliore. Tra le alternative a Skype, infatti, ooVoo è quella che offre “maggiore spazio”: una singola conferenza può contenere fino a 12 persone contemporaneamente. Tra le altre funzionalità degne di nota troviamo la possibilità di guardare video su YouTube insieme agli amici nel corso di una videochiamata (anche di gruppo), registrare messaggi da “consegnare” via social network e registrare le videochiamate che si effettuano, così da poterle rivedere ogni volta che si vuole.

Facebook Messenger

Potenzialmente potrebbe essere la più valida alternativa a Skype (quanto meno per numero di utenti), ma sono ancora pochi quelli che riescono a vederlo da questo punto di vista. Fatto sta che Facebook Messenger mette a disposizione degli utenti (non necessariamente iscritti al social network, dal momento che la chat si può utilizzare anche senza profilo) strumenti e funzionalità avanzate per chat, chiamate vocali e videochiamate (sia singole, sia di gruppo). Tutto ciò che si dovrà fare sarà entrare in una delle conversazioni (via app, Facebook o Messenger.com poco importa), entrare in una delle conversazioni già attive (o crearne una ex novo) e avviare la chiamata o videochiamata. In caso di chiamata di gruppo, la piattaforma di messaggistica legata a Facebook permetterà di scegliere se far partecipare tutti o invitare solo una parte degli utenti.

Contenuti sponsorizzati