android 10 Fonte foto: DANIEL CONSTANTE / Shutterstock.com
ANDROID

Android 10 obbligatorio su tutti gli smartphone: cosa succede

Dal 1 febbario 2020 tutti gli smartphone che usciranno sul mercato nei prossimi mesi sono obbligati ad avere Android 10: ecco il perché

Android 10 è lo standard che tutti i produttori di smartphone devono rispettare dal 1 febbraio 2020. È scattato l’obbligo di utilizzare l’ultima versione del sistema operativo del robottino verde su tutti i dispositivi che chiederanno la certificazione Android dopo questa data. La certificazione è un passo fondamentale per l’uscita di uno smartphone Android: chi non la riceve non può installare le GApps, per intenderci il Play Store, Google Maps, Gmail e tutte le altre.

La decisione non è certo arrivata da un momento all’altro. L’azienda di Mountain View aveva avvertito i produttori con un certo preavviso per dargli modo di adattarsi alle nuove regole. Rispetto al passato si tratta di un deciso cambio di passo per Google: per le versioni precedenti, l’obbligo di utilizzarle sui nuovi smartphone era scattato dopo più di un anno. Per Android 10, invece, il limite si è abbassato a soli 4-5 mesi. Cosa cambia per i produttori? Tanto, soprattutto per coloro che realizzano smartphone medio di gamma ed entry level e che spesso lanciano dispositivi con versione Android datate per non peggiorare le performance. Ora saranno obbligati a montare l’ultima versione del sistema operativo del robottino verde.

Android 10 obbligatorio dal 1 febbraio: ecco il perché

Tutti i produttori che dal 1 febbraio 2020 richiedono la certificazione di un nuovo smartphone sono obbligati a montare Android 10. Non potranno decidere di utilizzare Android 9 o una versione ancora più vecchia per risparmiare sul comparto hardware: tutti i dispositivi dovranno essere in grado di supportare l’ultima versione del sistema operativo mobile.

Google ha preso questa decisione dopo aver visto molti produttori rilasciare l’aggiornamento del sistema operativo solo per i modelli più recenti e performanti. In questo modo saranno obbligati a montare Android 10 fin dall’inizio. Inoltre, l’ultima versione del sistema operativo porta con sé molte novità, soprattutto sotto il punto di vista della sicurezza informatica e della privacy. Con Android 10 è possibile limitare l’accesso di ogni singola app ai dati personali e proteggere il dispositivo dalle app che cercano di installare virus e malware.

I produttori che vogliono aggirare questo obbligo hanno avuto la possibilità di certificare i loro nuovi dispositivi entro il 31 gennaio 2020. Chi lo ha fatto, può decidere di installare sullo smartphone Android 9 o Android 10.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963