huawei harmony os Fonte foto: huawei
ANDROID

Quali dispositivi Huawei avranno HarmonyOS 2.0

Huawei corre contro il tempo e sta per annunciare i primi dispositivi che useranno HarmonyOS al posto di Android

In un momento di estrema difficoltà, causata dall’inasprirsi dei “ban” di Donald Trump nei suoi confronti, Huawei prova a rialzarsi con la seconda versione del suo sistema operativo HarmonyOS. La prima che potrebbe avere una larga diffusione e diventare, nei fatti e non più solo a parole, un sistema operativo alternativo ad Android.

La data è nota: 10 settembre, giorno della Huawei Developers Conference 2020 (HDC 2020). Una conferenza durante la quale Huawei di solito annuncia nuovi prodotti e servizi per la sua gamma basata su Android e che, quest’anno, dovrà per forza di cose essere completamente diversa dalle precedenti edizioni. Per questo tutti sono convinti che oltre a EMUI 11 sarà proprio HarmonyOS 2.0 il protagonista della HDC 2020 e che Huawei annuncerà anche il suo primo smartphone con questo sistema operativo al posto di Android. Ma HarmonyOS, a dirla tutta, non è un sistema operativo per soli smartphone, anzi.

Quali dispositivi possono usare HarmonyOS

HarmonyOS nasce per essere usato su smartphone, smartwatch, smart TV (quelli di Huawei già usano HarmonyOS 1.0) dispositivi smart di vario tipo e anche sui sistemi di infotainment delle auto. Cioè su tutti quei dispositivi che oggi usano una versione specifica di Android.

HarmonyOS, però, a differenza di Android è un sistema modulare ed è molto più facile da portare da un device all’altro. In teoria una app compatibile con HarmonyOS, ad esempio, funziona su tutti i device che usano questo sistema operativo. Richard Yu, CEO di Huawei, ha già annunciato che l’azienda sta per lanciare i primi dispositivi con HarmonyOS a bordo.

Uno smartphone con HarmonyOS nel 2021?

Sempre Yu ha parlato anche di un ipotetico telefono con HarmonyOS 2.0 e senza Android. In questo caso la data del 10 settembre per l’eventuale annuncio cadrebbe a fagiolo, visto che a partire dal 15 settembre Huawei non potrà più usare né tecnologia Made in USA né tecnologia sviluppata da produttori non americani, ma usando tecnologia americana.

Il telefono con HarmonyOS 2.0, però, non sarebbe ancora pronto. O, meglio, è HarmonyOS che non è ancora ad un livello sufficiente per un uso su un telefono moderno. Yu ha infatti affermato che il nuovo sistema operativo è al momento “al 70-80% del livello di Android“, quindi non è ancora del tutto pronto per gli smartphone. Il 2021, quindi, sembrerebbe proprio l’anno giusto per il lancio di HarmonyOS su uno smartphone.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963