Libero
SCIENZA

In Italia c'è una misteriosa farfalla: ecco perché è strana

La farfalla dorata è uno spettacolare fenomeno luminoso che si ripete ogni 21 giugno nella splendida Lerici, una delle perle della Liguria

Il fenomeno della farfalla dorata Fonte foto: 123RF

Una perla della Liguria, citata persino da Dante Alighieri e Petrarca. Lerici è una delle località più apprezzate delle Cinque Terre, meta di tantissimi turisti per le sue spiagge e per i sentieri che hanno mantenuto intatto il fascino del passato. Questa città, poi, è nota anche per un fenomeno davvero particolare che ha comunque una spiegazione ben precisa.

È qui, infatti, che si può ammirare la cosiddetta farfalla dorata. Forse in questa zona della regione settentrionale, gli insetti hanno caratteristiche speciali che li portano a brillare come il prezioso materiale? Niente di tutto questo, per essere tra i fortunati che si imbattono nel curioso evento bisogna capitare da queste parti nel mese di giugno.

La farfalla dorata in estate

La farfalla dorata si trova in una zona boscosa di Lerici, per la precisione sul promontorio Caprione. Non è un insetto vero e proprio, ma un fenomeno luminoso che è possibile ammirare su un megalite composto da quattro rocce lavorate. In poche parole, si ha a che fare con una sagoma che risplende come per magia il giorno del solstizio d’estate. Lo spettacolo è già di per sé speciale perché il gruppo di pietre risale a tantissimo tempo fa: è stato creato dall’uomo niente meno che nel VII millennio prima della nascita di Cristo. Al resto ci pensa il sole.

Per l’appunto il 21 giugno i raggi della nostra stella riescono ad attraversare e oltrepassare il megalite, meglio noto come “tetralithon”, ed è in quel momento che appare la farfalla dorata. Non è affatto un caso, chi ha sistemato le rocce in quel modo voleva che apparisse realmente l’immagine al tramonto, una rappresentazione di certo stilizzata ma non per questo meno intrigante. I dubbi principali riguardano il significato di questo fenomeno: è forse una maniera per indicare il passaggio da una stagione all’altra oppure qualche rito misterioso legato all’aldilà?

La farfalla dorata: non solo il 21 giugno

Non c’è una risposta certa e definitiva, fatto sta che la farfalla dorata fa capolino puntualmente sempre nello stesso luogo da tempo immemore. Tra l’altro, come sottolineato dagli esperti, non è soltanto la data del 21 giugno a rappresentare l’unico momento utile per ammirare questo evento. Anche nel periodo compreso tra il 25 maggio e il 29 luglio, infatti, può capitare che la sagoma luminosa compaia, anche se in una forma più lieve. Lerici dunque conserva qualcosa di magico e non ci si può sorprendere più di tanto se nel corso degli anni sia diventata un richiamo irresistibile per poeti e scrittori.

Nella stessa località della farfalla dorata, infatti, personalità di spicco come Charles Dickens, Virginia Wolf e David Herbert Lawrence apprezzarono senza mezzi termini l’atmosfera fuori dal comune, forse anche attratti dal tragico destino a cui era andato incontro Percy Bysshe Shelley. Quest’ultimo soggiornò a lungo a Lerici e nel 1822 si concesse una vacanza prima di decidere di salpare con una goletta insieme all’amico Edward Williams per raggiungere Livorno. I due non arrivarono mai, naufragarono a causa di una tempesta e i due corpi vennero ritrovati una decina di giorni dopo nei pressi di Viareggio.

Energie rinnovabili: gli aiuti per le aziende

Libero Annunci

Libero Shopping