netflix Fonte foto: sitthiphong / Shutterstock.com
TECH NEWS

Netflix, prezzo aumentato? Cosa sta succedendo

Da due a quattro euro in più per un abbonamento: la piattaforma sta davvero pensando ad un aumento di tariffe? Ecco la verità

Sembrerebbe che Netflix voglia proporre un rincaro delle tariffe ai nuovi clienti. Questo è quanto emerge dal sito ufficiale, dove in questi giorni è possibile consultare una serie di nuovi prezzi per ogni tipologia di abbonamento. Mentre il canone Base rimarrebbe a 7,99€ al mese, quelli Standard e Premium costerebbero rispettivamente due e quattro euro in più.

Nonostante l’aumento di prezzi, molti utenti hanno comunque scelto di abbonarsi alla piattaforma. Ma una volta completata la procedura, si sono accorti che il rincaro era solo una finta. Sembrerebbe che per il momento Netflix non voglia quindi aumentare le tariffe, ma semplicemente capire se gli utenti sono disposti a pagare di più per sottoscrivere il servizio. D’altronde l’offerta di contenuti è sensibilmente aumentata nell’ultimo anno, ma i prezzi sono da sempre gli stessi. Probabilmente Netflix ha realmente intenzione di aumentare le tariffe ma per il momento non ha preso alcuna decisione in merito.

Perché Netflix fa finta di aumentare i prezzi

La piattaforma di film e serie tv non è nuova a queste procedure: già a luglio 2018 aveva testato la possibilità di aumentare i prezzi per i nuovi account. In estate però, la piattaforma si era limitata a mostrare le nuove possibili tariffe nell’apposito form senza ulteriori richiami. In questi giorni invece, l’utente si accorge di non aver speso di più solo dopo il pagamento. Anche se nel riquadro in home page e durante tutta la fase di check-out le tariffe sono più alte del normale, una volta terminato il pagamento l’utente si accorge di non aver pagato di più rispetto ai vecchi abbonati.

L’obiettivo dell’azienda è capire quanto i clienti siano disposti a pagare per guardare l’ampio catalogo di serie tv, film, documentari e altri programmi.

Le nuove tariffe di Netflix

Da sempre, il canale offre tre diversi tipi di abbonamento: uno Base al costo di 7,99€ che permette di guardare i video in streaming su un solo dispositivo e offre una risoluzione massima SD; uno Standard a 10,99€ per guardare Netflix su due monitor con una max res. Full HD; e un abbonamento Premium a 13,99€ che può essere fruito su quattro dispositivi contemporaneamente con una max res. 4K +HDR.

Nei test diffusi in questi giorni da Netflix vengono invece mostrate due alternative. La prima offre un abbonamento Base sempre al costo di 7,99€ mentre quelli Standard e Premium sono rispettivamente di 12,99€ e 17,99€. La seconda alternativa propone invece un abbonamento Base a 8,99€ (un euro in più rispetto agli altri), Standard a 12,99€ ed infine Premium a 16,99€.

Netflix sta quindi misurando la temperatura dell’utenza, ma non si sa ancora se le tariffe aumenteranno oppure no. Negli USA l’abbonamento è effettivamente aumentato negli ultimi mesi, contemporaneamente però stati aggiunti al catalogo tanti contenuti originali e nuove produzioni.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963