Libero
GUIDE ALL’ACQUISTO

Recensione Xiaomi 13 Ultra: è davvero lo smartphone con la miglior fotocamera sul mercato?

Esploriamo le caratteristiche di punta e la bellezza di Xiaomi 13 Ultra, smartphone ambizioso che vorrebbe ridefinire la fotografia su cellulare grazie alla collaborazione con Leica.

Generare molto hype su un dispositivo serve per gli scopi del marketing, ma può essere un’arma a doppio taglio perché una grande aspettativa rischia di generare delusione. Con la recensione di Xiaomi 13 Ultra cerchiamo di capire se tutte le anticipazioni lasciate trapelare nel corso dei mesi, prima dell’uscita di questo smartphone, trovano un riscontro nella realtà: alcune testate hanno parlato addirittura di una foto fotocamera con il telefono annesso, ma forse è il risultato di un eccesso di entusiasmo, che ha fatto perdere un po’ di oggettività.

Spoiler alert: come è facile intuire, Xiaomi 13 Ultra ci è piaciuto, ma non ci ha travolti.

TOTALE PUNTI 7.7

Recensione Xiaomi 13 Ultra

Nei mesi che hanno anticipato il suo lancio, abbiamo letto tantissimi dettagli sulla collaborazione tra Xiaomi e Leica, marchio prestigioso del mondo della fotografia, che dopo gli anni di partnership con Huawei ha ora siglato un accordo con una delle aziende più importanti nel settore tech cinese.

Lo scorso anno abbiamo visto un primo assaggio di questa collaborazione, che è entrata a regime con i modelli del 2023 della famiglia Xiaomi 13, onestamente con risultati buoni ma non eccellenti. Proprio per la curiosità di sperimentare gli effetti di questa partnership al loro massimo livello, nel corso dei mesi è montata un'aspettativa altissima per l'arrivo di Xiaomi 13 Ultra, che si propone di diventare un punto di riferimento per il segmento della smartphone photography.

Più di un dettaglio ci dice che il risultato è buono, ma inferiore alle aspettative.

PRO
  • Fotocamera completa
  • Ottime prestazioni
  • Display di qualità
CONTRO
  • Selfie cam nella media
  • Interfaccia utente
  • Qualità microfoni
  • Prezzo
Xiaomi 13 Ultra
Design e Specifiche tecniche
VOTO: 7.5

Iniziamo la nostra esplorazione dello Xiaomi 13 Ultra con un'analisi del suo design. Per poter ospitare il potente modulo fotocamera posteriore, l'azienda cinese ha apportato modifiche significative alla struttura del telefono. La parte posteriore presenta una curvatura unica che, sebbene possa destare curiosità, può essere discussa dal punto di vista estetico.

Riguardo alle dimensioni, il telefono mostra una notevole differenza di spessore tra la parte superiore e quella inferiore, con il punto massimo che raggiunge i 9,1 mm. È anche importante sottolineare che questo dispositivo è piuttosto pesante, superando i 225 grammi.

Per quanto riguarda i dettagli estetici, nella nostra prova abbiamo una variante con una cover in pelle vegana nera. Mentre apprezziamo questa scelta, riteniamo che la variante verde sia ancora più attraente, anche se non abbiamo avuto l'opportunità di vederla di persona.

La parte anteriore del telefono presenta uno schermo con bordi curvi da 6,73 pollici. Le cornici sono sorprendentemente sottili, con un rapporto schermo-superficie che raggiunge l'89,5%.

La protezione del Xiaomi 13 Ultra è garantita dal robusto Gorilla Glass Victus, che copre un pannello LTPO AMOLED incredibilmente luminoso con una risoluzione eccezionale e una luminosità di picco impressionante di 2600 nits.

Per quanto riguarda la resistenza, il telefono vanta una certificazione IP68, garantendo una protezione contro polvere e acqua conforme agli standard di mercato più elevati.

Naturalmente, non mancano le caratteristiche di punta, tra cui l'audio stereo, il supporto per il Bluetooth 5.3, il Wi-Fi 6E e una porta USB con standard 3.2. È possibile collegare un display esterno e utilizzare un supporto per la memoria per semplificare il trasferimento di file.

Processore e memoria
VOTO: 8

Come ci si può attendere da uno smartphone di questa classe, il Xiaomi 13 Ultra sfoggia specifiche hardware di altissimo livello. Al suo cuore, batte un processore Qualcomm Snapdragon 8 Gen 2, abbinato a una generosa quantità di RAM, disponibile in varianti da 12 a 16 GB, e opzioni di memoria interna che spaziano da 256 GB ad un incredibile terabyte.

Da un punto di vista tecnico, non vi è spazio per l'immaginazione, poiché i dispositivi di punta presenti oggi sul mercato condividono schede tecniche molto simili. Questo vale anche per aspetti come la gestione del calore e le opzioni di espansione della RAM tramite l'utilizzo di parte della memoria interna, che rappresentano ormai uno standard consolidato tra i dispositivi di fascia alta.

Xiaomi 13 Ultra
Fotografia
VOTO: 8

La fotocamera del Xiaomi 13 Ultra rappresenta una parte cruciale della nostra valutazione, e ciò è in parte dovuto alla collaborazione con Leica, che ha suscitato grandi aspettative. Abbiamo iniziato a testare questo smartphone con l'entusiasmo di avere tra le mani un prodotto eccezionale, uno che avrebbe superato tutto ciò che la concorrenza aveva offerto fino ad oggi.

Tuttavia, per la maggior parte degli utenti, specialmente quelli abituati a scattare foto in modo semplice e diretto, le differenze potrebbero non essere così evidenti. Per fugare i nostri dubbi, abbiamo consultato DxOMark, un'autorevole fonte di valutazione delle fotocamere, che ha confermato le nostre perplessità. Il Xiaomi 13 Ultra è stato classificato al 14º posto nella loro lista delle migliori fotocamere, addirittura con un punto in meno rispetto al modello di due anni fa, che non vantava la collaborazione con il prestigioso marchio tedesco di fotografia.

Mentre le foto scattate con il Xiaomi 13 Ultra sono di alta qualità, non raggiungono l'apice della perfezione. Non abbiamo notato differenze significative rispetto al Galaxy S23 Ultra, ma abbiamo invece riconosciuto che l'Honor Magic 5 Pro si è dimostrato superiore in diverse situazioni.

L'interfaccia della fotocamera è notevolmente migliorata, con tocchi di colore rosso che richiamano il logo di Leica, aggiungendo un tocco di eleganza al software di Xiaomi, anche se ancora non del tutto convincente.

Il menu della fotocamera è stato completamente rivisitato rispetto ai modelli precedenti che non vantavano la collaborazione con Leica, offrendo una vasta gamma di opzioni, tra cui l'apertura variabile del sensore principale.

È importante notare che il Xiaomi 13 Ultra è dotato di ben quattro sensori fotografici posteriori:

  1. Un sensore da 50 MP con apertura variabile F/1.9 o F/4.0 e sensore da 1 pollice.
  2. Un sensore da 50 MP con zoom periscopico F/3.0 con zoom ottico 5X.
  3. Un sensore da 50 MP con zoom F/1.8 con zoom ottico 3.2X.
  4. Un sensore grandangolare da 50 MP con apertura F/1.8, che copre un'ampia angolazione di 122 gradi, accompagnato da un sensore TOF 3D.

Ciò che rende davvero unica questa esperienza sono le potenzialità messe a disposizione da Xiaomi e Leica. Tuttavia, ciò solleva la domanda su quanti utenti siano effettivamente in grado di sfruttare appieno queste funzionalità avanzate. Se si è in grado di esplorare le opzioni avanzate nel menu della fotocamera, è possibile ottenere risultati straordinari. Ma se si preferisce un approccio più semplice, con un semplice punto e scatta, è probabile che le differenze rispetto ad altri smartphone in circolazione non siano così evidenti.

Ecco perché, inizialmente, quando abbiamo utilizzato la fotocamera in modo casuale, non siamo stati in grado di comprendere appieno l'entusiasmo espresso da molti colleghi nei confronti del Xiaomi 13 Ultra. Come già sottolineato, DxOMark, una fonte specializzata nella valutazione delle fotocamere, ha posizionato questo telefono al 14º posto nella loro classifica, indicando che le foto sono di alta qualità ma non eccezionali.

Tuttavia, le foto notturne sono notevoli, soprattutto se si utilizza un treppiede, raggiungendo addirittura una qualità superiore. Anche i video sono di ottima qualità, anche se va notato che non si distinguono in modo significativo rispetto ai migliori concorrenti attualmente disponibili. D'altra parte, la qualità dei microfoni durante la registrazione video è al di sotto della media.

Batteria
VOTO: 8

Nonostante il focus posto sulla fotocamera posteriore, non possiamo trascurare il fatto che la fotocamera frontale, con un sensore da 32 MP, lascia un po' a desiderare in termini di qualità. I colori tendono ad apparire leggermente sbiaditi e quasi innaturali, ma va notato che questa è una caratteristica che spesso si riscontra con le fotocamere frontali dei dispositivi Xiaomi.

Il software
VOTO: 7

È un punto che non possiamo evitare di sottolineare, anche se possiamo sembrare ripetitivi: Xiaomi, nonostante la bellezza e l'eccezionale dotazione hardware dei suoi telefoni, pecca in modo sorprendente quando si tratta del sistema operativo. È un "no!" che risuona in modo persistente nella nostra valutazione.

La nostra critica può sembrare dura, ma è una vera delusione vedere che Xiaomi non presta l'attenzione dovuta all'interfaccia utente. Nel mondo Android, marchi come Samsung e, più recentemente, Nothing, ci hanno dimostrato come l'attenzione ai dettagli estetici, come icone, spazi e colori, possa influenzare drasticamente la percezione complessiva di un dispositivo. È difficile comprendere come un aspetto così fondamentale venga completamente trascurato da uno dei principali attori dell'industria tecnologica. Presumiamo che gli sforzi in questo settore siano limitati, altrimenti sarebbe difficile spiegare come possano ottenere risultati così modesti nonostante possibili ingenti investimenti.

Sia che si tratti di un dispositivo Redmi dal costo di 100 euro o del lussuoso Xiaomi 13 Ultra dal prezzo di 1500 euro, è impossibile non notare che la grafica, le icone, le animazioni e persino la tavolozza dei colori rimangono sorprendentemente identici. Questa scelta ci lascia con qualche perplessità. Quando abbiamo discusso della questione con le aziende coinvolte, ci è stato detto che era importante mantenere una "identità di marca". Benché questa affermazione abbia una certa validità, è interessante notare come persino i sistemi di bordo di vetture Audi, come la A1 e la A8, presentino notevoli differenze estetiche. Tuttavia, una volta superato l'impatto estetico, dobbiamo ammettere che il sistema operativo è incredibilmente veloce e reattivo. Basato su Android 13, è l'ultima creazione di Xiaomi.

Le personalizzazioni apportate alla fotocamera sono molto piacevoli, come abbiamo accennato in precedenza. Queste personalizzazioni si ispirano al colore rosso distintivo di Leica e sono evidenti in molti dettagli dell'interfaccia della fotocamera.

Riassunto

Recensione Xiaomi 13 Ultra

Design e Specifiche tecniche
7.5
Processore e memoria
8
Fotografia
8
Batteria
8
Il software
7
Conclusioni

Non è difficile intuire che questo smartphone ci è piaciuto, ma non ci ha fatto battere il cuore, perché manca di personalità nel design, ha un'interfaccia utente uguale a quella dei prodotti da 200 € e perché la sua fotocamera, pur di ottimo livello non sbaraglia la concorrenza.

Se mettiamo insieme tutti questi dettagli e combiniamo il prezzo da 1499 €, si comprende facilmente perché il nostro entusiasmo per Xiaomi 13 Ultra non è altissimo. Parliamo di un ottimo cellulare, ma se valutato nel suo complesso troppo costoso rispetto alle migliori proposte della concorrenza.

Italiaonline presenta prodotti e servizi che possono essere acquistati online su Amazon e/o su altri e-commerce. In caso di acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, Italiaonline potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. I prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo: è quindi sempre necessario verificare disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati.