Libero
SMART EVOLUTION

Samsung Odyssey Neo G7: il monitor da gaming che piace ai professionisti

L'ultimo monitor da gaming di Samsung è un gioiellino di tecnologia e non farà gola solo ai gamer: mini LED, HDR600 e alto refresh rate sono ottimi anche per il lavoro

Pubblicato:

monitor mini led samsung odyssey neo g7 Fonte foto: Samsung

Samsung ha annunciato il suo nuovo monitor da gioco, l’Odyssey Neo G7 da 43 pollici. Si tratta del primo modello da gioco di Samsung con tecnologia mini-LED su schermo piatto e non curvo e offre una qualità visiva di alto livello che va a soddisfare le esigenze dei giocatori che non intendono scendere a compromessi.

Tuttavia, come sempre più spesso capita quando si parla di prodotti da gaming, le specifiche tecniche sono talmente elevate che questo monitor si potrà rivelare ottimo anche per il lavoro. Persino quello dei creator e dei professionisti della grafica e del video, al massimo dopo una buona calibrazione dei colori.

Odyssey Neo G7: caratteristiche tecniche

Samsung Odyssey Neo G7 è un display da 43 pollici dotato di una risoluzione 4K (3.840×2.160), un tempo di risposta ultra-veloce di 1 ms e una frequenza di aggiornamento di 144 Hz. Tutte caratteristiche che fanno la differenza durante le sessioni di gioco, garantendo immagini nitide, senza sfocature né tremolii nenche nei momenti più concitati.

Il Neo G7 43 nasce infatti come monitor da gaming ed è dotato di tecnologie come la Flex Move Screen che consente agli utenti di regolare le dimensioni dello schermo tra 43 e 20 pollici, dando quindi la possibilità ai giocatori di scegliere le dimensioni preferite in base al gioco. C’è poi la compatibilità con FreeSync Premium Pro, tecnologia di AMD che elimina gli sfarfallii e le cadute di frame rendendo più fluida l’esperienza di gioco.

Inoltre, la tecnologia mini-LED con cui è costruito il pannello fornisce una luminosità e una profondità di colore non possibili con altre tecnologie, raggiungendo valori paragonabili a quelli tipici dei monitor OLED. Si tratta, in pratica, della stessa tecnologia usata da Apple per gli schermi dei suoi più recenti MacBook Pro.

Il monitor, tra l’altro, è certificato HDR600 e HDR10+, quindi ha una luminosità di picco di 600 nit, profondità di colore di 10 bit e può riprodurre senza problemi i flussi video HDR10+.

Samsung Odyssey Neo G7, inoltre, ha un rivestimento opaco e non lucido e questo, insieme all’ottima qualità offerta dai mini LED, permette di usarlo non solo per i videogiochi, ma anche per il lavoro visto tra l’altro il rapporto di forma classico di 16:9, molto comodo per distribuire le finestre su uno schermo così grande.

Ad ulteriore conferma di ciò c’è la dotazione di porte e connessioni, a dir poco completa. Sul retro del monitor troviamo infatti due porte USB 3.0, una DisplayPort 1.4, due HDMI 2.1 e una porta LAN Ethernet. Oltre alle connessioni cablate l’Odyssey Neo G7 offre anche quelle wireless, come WiFi 5 e Bluetooth 5.2.

La presenza delle connessioni di rete direttamente nel monitor permette di usare un’altra interessantissima caratteristica tecnica del Samsung Odyssey Neo G7: il monitor è dotato del sistema operativo Tizen sul quale gira il Samsung Smart Hub, ed è quindi possibile installare e usare le app di streaming video più diffuse, quali Netflix, YouTube e Prime Video.

Odyssey Neo G7: disponibilità e prezzi

Il Samsung Odyssey Neo G7 verrà venduto a livello globale nel primo trimestre 2023. Ancora sconosciuti i prezzi per il mercato italiano che verranno resi noti in prossimità del lancio. In Corea, dove è già disponibile, il suo costo è di poco sotto i mille euro.

Libero Shopping