Libero
SCIENZA

Saturno incontra la Luna: come e quando vedere la congiunzione

Saturno incontrerà la Luna nel nostro cielo questo mese, ma attenzione: non è l'unico evento astronomico che ci intrigherà e ci affascinerà. Ecco una serie di appuntamenti per gli amanti della volta celeste

Caterina Damiano Giornalista & Seo Copywriter

Indagatrice dei motori di ricerca, copywriter e giornalista per passione. Sono un presunto personaggio immaginario, vivo scrivendo e scrivo per vivere.

Notti estive e cielo stellato: già soltanto questo connubio dovrebbe convincerci a passare più tempo all’aperto per osservare la volta celeste, ma il nostro Universo ha in serbo per noi qualcosa di più. Infatti, nelle prossime settimane sarà possibile vedere una serie di spettacoli a dir poco mozzafiato, che culmineranno con la congiunzione fra la Luna e Saturno.

L’appuntamento con questo incontro nel cielo è fissato per il 30 agosto, ma sarà preceduto da alcuni eventi astronomici assolutamente da non perdere. Pronti a inserirli fra i prossimi impegni in agenda?

La Luna, Saturno e gli altri pianeti visibili

Abbiamo già parlato dei due pleniluni del mese e dell’immancabile appuntamento con le Perseidi, ma il mese di agosto si sta distinguendo per la densità dei suoi appuntamenti. In primis, è bene sapere che la Terra sta attualmente attraversando una fitta coltre di polvere cometaria, che fino al 20 agosto ci permetterà di vedere diverse piccole meteore bruciare e solcare il cielo.

Poi, il 18 agosto la Luna, Marte e Mercurio (anche quest’ultimo sarà davvero difficile da vedere) si allineeranno e resteranno visibili, uno dietro l’altro, per buona parte della notte. Infine, ecco Saturno: il pianeta, rimasto retrogrado per tutto il mese, domenica 27 agosto si troverà in opposizione rispetto alla Terra e rimarrà dunque visibile per tutta la notte.

Infine il 30 agosto, come dicevamo, si congiungerà alla Luna in un ideale abbraccio che durerà per diverse ore e sarà visibile a partire dalle 21. Per vederlo occorrerà semplicemente guardare in direzione del nostro satellite e osservare quella che in apparenza sembra una stella brillante.

Come vedere gli eventi astronomici

Conosciamo le date, conosciamo i fenomeni… ma come si possono osservare gli incontri di cui abbiamo parlato? E come si fa a goderseli al meglio? A dire la verità – condizioni meteorologiche permettendo – questi particolari movimenti astrali possono essere tranquillamente visti a occhio nudo, senza l’aiuto di particolari strumenti.

Ovviamente è giusto precisare che se si vuole dare uno sguardo più preciso e dettagliato è bene armarsi di binocoli o telescopi. È anche un’ottima idea consultare il calendario eventi degli osservatori astronomici della propria città, per sapere se vengono organizzate delle osservazioni ad hoc.

In generale, nel caso in cui decideste di osservare il cielo notturno per conto vostro, è bene tenere presente che occorre scegliere un luogo lontano dall’inquinamento luminoso e, se possibile, usare delle app per seguire passo per passo tutti gli avvenimenti che, seppur poco visibili, accadono in tempo reale nella volta celeste.

Non solo sere d’estate

Se è vero che il mese di agosto ci ha riservato e ci riserverà ancora degli stupendi spettacoli astronomici, gli appassionati osservatori della volta celeste possono stare tranquilli: anche settembre e i mesi freddi non saranno da meno. Qualche esempio? Innanzitutto il 19 settembre potremo vedere Nettuno in opposizione mentre, il 23 settembre regnerà nel cielo notturno la Luna del Raccolto, ossia l’ultima Superluna.

A ottobre guarderemo in su per vedere ben due sciami metorici, le Draconidi e le Orionidi, mentre a novembre la Luna incontrerà Venere. A dicembre, infine, vedremo quelle che secondo gli esperti saranno le stelle cadenti più stupefacenti del 2023, le Geminidi.