Libero
GUIDE ALL’ ACQUISTO

Smartwatch per bambini: sicurezza e privacy senza smartphone

Per chi cerca una soluzione che dia la possibilità di comunicare con i figli, conoscendo la loro posizione, ma senza assegnare uno smartphone, cresce la proposta su misura per i più piccoli.

 Luca Viscardi  Divulgatore e blogger di tecnologia

Conduttore radiofonico, blogger e scrittore. Da anni impegnato nella divulgazione della cultura digitale, è fondatore e Chief editor di MisterGadget.Tech

Quando i figli cominciano a crescere ed avere un po’ più di autonomia, per i genitori nasce spesso il dilemma di quale sia la scelta migliore tra l’uso della tecnologia e la gestione dell’ansia di saperli da soli: ora viene in aiuto una nuova generazione di prodotti, quella degli smartwatch per bambini.

In realtà non parliamo di una novità assoluta, perché in alcuni paesi del mondo i primi modelli proposti sul mercato risalgono addirittura a 10 anni fa: solo di recente, però,  sono stati risolti alcuni problemi, fra cui quello dell’autonomia e della comunicazione tempestiva di una serie di informazioni utili ai genitori, senza dover assegnare uno smartphone al proprio figlio.

Xplora Smartwatch per bambiniFonte foto: MisterGadget.Tech

Perché acquistare uno smartwatch per bambini

Cerchiamo prima di tutto di tracciare un perimetro, per capire perché uno smartwatch per bambini possa essere utile:  dal nostro punto di vista, è uno strumento perfetto per chi ha figli dai sei o sette anni in poi, con cui si ha necessità di comunicare, senza però voler assegnare uno smartphone.

Il cellulare è uno strumento meraviglioso, ma cela una serie di insidie per cui il suo utilizzo richiede una discreta maturità e un buon livello di controllo da parte dei genitori: lo smartwatch per bambini, invece, è stato concepito per creare un giardino protetto, che permetta di comunicare solo ad un numero ristretto di persone sia in entrata che in uscita.

Quando i figli vanno e tornano da scuola in autonomia, quando svolgono attività ricreative e fuori da casa che richiedono il trasporto coordinato con i genitori, quando semplicemente sono fuori da casa perché magari frequentano amici o attività sportive, lo smartwatch per bambini può fornire gli strumenti necessari per una comunicazione non invasiva e per un controllo percepito come accettabile da parte dei più piccoli, con  protezione della privacy rispetto alle possibile invasioni dall’esterno.

Il quadrante dello smartwatch per bambiniFonte foto: MisterGadget.Tech

Come funziona uno smartwatch per bambini

La promessa da fare è che sul mercato ci sono decine di prodotti cinesi di qualità discutibile, che funzionano semplicemente inserendo una Sim all’interno di un orologio senza particolari opzioni di controllo, né applicazioni a supporto.

Esistono poi modelli più sofisticati, come quello di cui vi parliamo oggi, che sono invece costruiti intorno all’applicazione che serve per la loro gestione. Vodafone offre uno smartwatch per bambini, ma è necessario essere già clienti per poter “appoggiare” il servizio; anche Nilox aveva in portfolio un modello per bambini chiamato Bodyguard, ma lo ha abbandonato.

Noi dopo anni di prove e di esperimenti con modelli di vario tipo, abbiamo trovato la migliore espressione di questo tipo di prodotti nello smartwatch Xplora X5 Play,  che funziona con una qualunque Sim che abbia connessione ad Internet ed è capace di trasmettere in tempo reale la posizione di chi lo indossa, ma anche di ricevere chiamate e messaggi solo da un numero ristretto di persone.

Attraverso l’applicazione con cui si gestisce questo orologio intelligente, si possono infatti memorizzare alcuni numeri in rubrica che sono gli unici raggiungibili via sms e chiamata. In pratica, un bimbo che indossa l’orologio, non può chiamare un numero a caso o spedire un messaggio a sconosciuti, perché le funzioni di messaggistica e ti chiamata funzionano solo verso i numeri memorizzati dagli adulti.

Solo due persone, verosimilmente il papà e la mamma, sono in grado di gestire orologio, potendo consultare in tempo reale la sua posizione sulla mappa e lo storico delle posizioni. Non solo, perché è possibile stabilire alcune zone di sicurezza, ad esempio la scuola, la casa dei nonni, il centro sportivo, la propria abitazione: quando il bambino o la bambina che indossano l’orologio si allontanano da quelle zone viene inviato un messaggio ai genitori.

Allo stesso modo, i genitori vengono avvisati quando il bimbo o la bimba arrivano in una zona sicura. Per evitare distrazioni in orario scolastico, è possibile programmare un orario all’interno del quale l’orologio mostrerà solo l’ora.

I messaggi sullo Xplora Smartwatch per bambiniFonte foto: MisterGadget.Tech

Uno strumento di gioco anche per i bimbi

Lo smartwatch per bambini di Xplora diventa anche uno strumento di gioco divertente, perché permette di contare i passi che vengono fatti ogni giorno, permette di scattare foto e girare video con la fotocamera da due megapixel incorporata, ma contiene anche una calcolatrice e un calendario.

I passi che si fanno ogni giorno contribuiscono ad accumulare Xplora Coins, che possono poi essere utilizzati per riscattare dei regali, oppure per scambi tra persone che usano lo stesso modello di orologio. Il principio della gamification è uno stimolo sempre efficace.

Prezzi più che competitivi

Qualcuno sostiene che la sicurezza di una mamma non ha prezzo, ma diciamo che ci sono dei limiti di buon senso: con gli smartwatch per bambini vengono del tutto rispettati, perché il modello di Vodafone costa circa 199 euro, quello di Xplora si compra ad una cifra che ruota intorno ai 150 euro. A questi prezzi va poi aggiunto il costo di un contratto telefonico, ma sappiamo che molti operatori oggi offrono l’enorme quantità di dati e di minuti per cifre davvero contenute.

Abbiamo potuto provare sul campo molti di questi oggetti troviamo anche possano davvero aiutare ad avere maggiore tranquillità quando i figli sono fuori casa, senza dover per forza assegnare uno smartphone, che può essere una tappa successiva del processo di crescita digitale. Siamo consapevoli del fatto che siamo cresciuti tutti senza questo genere di strumenti, ma è altrettanto vero che per centinaia di anni il mondo ha girato senza la necessità di utilizzare l’automobile, non per questo oggi continuiamo ad andare a piedi.

Lo smartwatch per bambini è un esempio concreto del tipo di tecnologia che ci piace molto, perché rappresenta una soluzione poco invasiva, molto pratica, che può aiutare a vivere meglio, con più sicurezza.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963