Spotify Android Fonte foto: TY Lim / Shutterstock.com
TECH NEWS

Spotify, le playlist diventano collettive: come funziona social listen

Il servizio di musica in streaming svedese potrebbe permettere di creare delle playlist "comuni", così da rafforzare i legami tra i vari utenti

4 Giugno 2019 - Le playlist di Spotify diventano “social: il noto servizio di ascolto della musica in streaming sta infatti testando la nuova funzionalità denominata “Social Listening”, che permette a persone distanti fisicamente di ascoltare la stessa lista di tracce e di aggiungerne altre alla playlist.

La funzionalità, scoperta dalla famosa leaker Jane Manchun Wong, è al momento in fase di test tra i dipendenti di Spotify. Con il Social Listening Spotify potrebbe differenziarsi maggiormente dalla sempre più agguerrita concorrenza, in particolar modo da Apple Music e YouTube Music, ma anche allargare la sua base di utenti e allungare la durata media della sessione di utilizzo dell’app. Da sempre le playlist sono il punto di forza di Spotify: possono essere create e condivise da utenti comuni, DJ o musicisti e, già oggi, possono anche essere “collaborative” se il creatore della playlist decide che altri utenti la possano modificare.

Come funzionerà il Social Listening di Spotify

Se la feature verrà rilasciata al pubblico senza grosse modifiche rispetto all’attuale versione di test, allora per ascoltare una traccia insieme agli amici su Spotify bisognerà eseguire una procedura non semplicissima. La prima cosa da fare è aprire una traccia e iniziare ad ascoltarla, poi si dovrà fare tap su un pulsante di condivisione che farà apparire un codice. Su un secondo telefono, di un amico, si dovrà premere lo stesso pulsante e poi “Scan Code“. Con la fotocamera si dovrà fotografare il codice e, subito dopo, si potrà ascoltare insieme la musica. La stessa funzionalità si potrà attivare anche condividendo il link di una playlist. Una volta creato il collegamento tra i dispositivi dei due amici, entrambi gli utenti potranno arricchire la playlist con nuove tracce e ascoltarla anche quando sono fisicamente lontani. Naturalmente il procedimento vale anche per tre o più utenti/device.

Party online su Spotify?

A differenza delle normali playlist collaborative, che possono essere ascoltate anche in modo asincrono (cioè in tempi diversi) dagli utenti, da quanto sembra emergere dalle poche informazioni scovate dalla Wong con il Social Listening tutti gli utenti ascolteranno la stessa playlist contemporaneamente. Si creerà, così, un legame assai più forte tra gli utenti tramite la musica e, in teoria, si potranno organizzare dei veri e propri party online ai quali potranno partecipare solo gli invitati, che ascolteranno tutti la stessa musica contemporaneamente e potranno modificare la scaletta.