spusu Fonte foto: Shutterstock
TECH NEWS

Spusu Mobile, tutte le novità del nuovo operatore mobile lowcost

Il nuovo operatore mobile virtuale low cost Spusu, già molto affermato in Austria, arriverà in Italia entro il primo trimestre 2020 e anche nel nostro Paese si appoggerà sulla rete Tre. Lo hanno confermato due manager dell’azienda austriaca, Christian T. Anton e Karl Katzbauer, al sito Web MondoMobileWeb.

In un’intervista ricca di dettagli, Anton e Katzbauer spiegano che Spusu ha scelto la rete Wind – 3 anche per l’Italia in base all’esperienza positiva avuta in Austria, dove l’operatore virtuale ha fatto incetta di clienti sottraendoli a molti operatori storici grazie soprattutto alla flessibilità delle tariffe. La stessa flessibilità verrà replicata anche in Italia, dove il mercato è già molto affollato e concorrenziale. Secondo Anton, però, questa abbondante concorrenza aiuterà Spusu perché l’utente italiano è già abituato a cambiare spesso operatore e non avrà, quindi, pregiudizi a passare a Spusu.

Spusu in Italia: sarà un operatore customer-friendly

I due manager di Spusu hanno spiegato che l’intenzione del nuovo operatore non è solo quella di competere sul prezzo, ma anche sulla qualità del servizio assistenza al cliente. Tutte le fasi del passaggio dal vecchio operatore a Spusu, quindi, saranno seguite dal personale del nuovo operatore al fine di sgravare l’utente da ogni incombenza. I clienti Spusu, inoltre, avranno la possibilità di cambiare piano tariffario anche ogni mese, a costo zero. L’idea, spiega Anton a MondoMobileWeb, è che “i clienti non dovrebbero essere legati a un operatore per via di un contratto ma per loro volontà“. La flessibilità del cambio tariffa sarà resa possibile dal fatto che, a differenza di altri operatori, Spusu non esternalizza nulla: “Noi sviluppiamo i nostri software per conto nostro e la nostra flessibilità in tal senso è massima. Abbiamo la possibilità di pensare a una tariffa di mattina e averla disponibile per l’acquisto nel pomeriggio“.

Spusu: la rete 5G

Inizialmente Spusu non farà offerte per la rete 5G in Italia, ma non appena il mercato sarà sufficientemente maturo sì. In Austria, ad esempio, Spusu ha già acquistato delle frequenze e ha delle offerte commerciali per la navigazione in 5G. Con il prevedibile netto aumento del consumo dati derivante dal 5G, d’altronde, le offerte di Spusu diventeranno ancora più interessanti anche per i clienti Italiani.

Spusu: il prefisso sarà 3780

Il codice ICCID (Integrated Circuit Card ID) delle SIM Spusu vendute in Italia inizierà con 893956, mentre il prefisso delle utenze telefoniche attivate con questo operatore sarà 3780. Quasi tutto, ormai, è pronto per l’arrivo di Spusu in Italia.