Libero
xiaomi 12 Fonte foto: Xiaomi / Weibo
ANDROID

Tutti i dati di Xiaomi, che non smette di correre

I numeri del 2021 danno ragione a Xiaomi che è cresciuta in tutti gli indici e si è piazzata al terzo posto dei produttori globali di smartphone, dopo Samsung e Apple

Il 2021 è stato un anno d’oro per Xiaomi: le entrate sono state pari a 51,6 miliardi di dollari (+33,5% rispetto al 2020) e l’utile netto è cresciuto del 69,5%, pari a 3,5 miliardi di dollari. Numeri notevoli che sembrano dirci che la crisi dei chip e la pandemia non hanno frenato la voglia di avere nuovi device. Ma la riflessione che possiamo fare è anche un’altra: forse avendo a disposizione più materie prime era possibile vendere di più. Infatti, la fame di nuovi terminali è costante, tant’è che l’incremento maggiore Xiaomi lo ha registrato nelle spedizioni di smartphone all’estero con prezzo al dettaglio pari o superiore a 300 euro aumentate di oltre il 160% (24 milioni di unità) rispetto all’anno precedente.

Ma questi non sono gli unici successi messi a segno dalla “Apple cinese" fondata nel 2010 a Pechino da Lei Jun. Indubbiamente sono gli smartphone a trainare le vendite di Xiaomi che infatti nel 2021 segna un +30% (190,3 milioni di unità spedite) portando l’azienda di Jun al terzo posto (quota di mercato pari al 14,1%) su scala globale subito dopo Apple e Samsung. Il successo come abbiamo notato dalle vendite globali in ascesa si è avuto soprattutto in Europa, Medio Oriente, America Latina, Africa e Asia Pacifico. Secondo Canalys, la quota di mercato delle spedizioni di smartphone di Xiaomi si è classificata al primo posto in 14 paesi mentre in Europa, le spedizioni di smartphone di Xiaomi si sono classificate nel 2021 al secondo posto con una quota di mercato passando dal 7,9% nel 2020 al 16,8% nel 2021. Dati che confermano quanto il vecchio continente sia centrale nel mercato mondiale.

Smartphone e tablet Xiaomi più venduti

Nel consuntivo di fine anno gli smartphone Xiaomi più venduti sono stati i dispositivi di fascia Premium, passati da circa il 7% del totale nel 2020 a circa il 13% del 2021.

La serie Xiaomi 12 in Cina è diventata immediatamente uno degli smartphone premium più popolari a dicembre 2021 (cioè appena lanciata) e le sue vendite hanno superato i 282,7 milioni di dollari a soli 5 minuti dal lancio.

Altro grande successo in termini di vendite è stata la serie Xiaomi Pad 5 lanciata nell’agosto 2021 che secondo Canalys si è posizionata al quarto posto nel quarto trimestre 2021.

Nel frattempo Redmi, il sub-brand un po’ più economico di Xiaomi, ha continuato a portare tecnologie all’avanguardia nel mercato di massa con prodotti altamente accessibili registrando notevoli successi di vendita come nel caso del Redmi 9A.

Samsung e Apple: vendite al top

I concorrenti di Xiaomi non restano a guardare e possiamo notare che Samsung porta a casa il record dello smartphone più venduto al mondo: il Samsung Galaxy A12 a meno di 200 euro. In decima troviamo invece il Samsung Galaxy A02 mentre in quinta il Redmi 9A.

Ma la classifica stilata da Omdia vede 7 posizioni su 10 occupate da Apple, con iPhone 13 (secondo posto), iPhone 12 (terzo posto), iPhone 11 (quarto posto), iPhone 12 Pro Max (sesto posto), iPhone 13 Pro Max (settimo posto), iPhone 12 Pro (ottavo posto) e iPhone 13 Pro (nono posto).

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963