browser Fonte foto: Shutterstock
TECH NEWS

Windows 10 si aggiorna ed Edge diventa obbligatorio

Microsoft continua a spingere l'adozione del suo browser Edge basato su Chromium: un aggiornamento obbligatorio costringe gli utenti a installarlo

Microsoft ha recentemente rilasciato l’aggiornamento KB4576754 per Windows 10 che sostituisce il vecchio browser Edge con la nuova versione basata su Chromium. La motivazione ufficiale di questo update, afferma Microsoft, è quella di risolvere problemi di sicurezza e compatibilità facendo fuori la vecchia versione ormai obsoleta.

Sebbene ciò sia qualcosa di giusto e comprensibile, quello che molti non hanno apprezzato è il fatto che il KB4576754 sia un aggiornamento obbligatorio. L’utente, cioè, non può scegliere di restare con la vecchia versione di Edge: deve passare per forza alla nuova, simile a Chrome. In molti non hanno gradito la forzatura e tanti utenti se ne stanno lamentando sui forum, su Reddit e sui social network. L’aggiornamento KB4576754 è rivolto specificamente alle versioni di Windows 10 1809, 1903, 1909 e 2004, mentre il KB4576753 è l’equivalente per Windows 10 versione 1803 (il primo grande update del 2018).

Edge obbligatorio: cosa cambia

Come già accennato, l’aggiornamento KB4576754 è tra quelli obbligatori. Ciò vuol dire che si scarica e installa in autonomia tramite Windows Update. Ad un certo punto l’utente riceve la notifica che è necessario riavviare il computer per completare gli aggiornamenti e, al successivo avvio, si ritrova con il nuovo Edge posizionato nella barra del menu Start e con un collegamento sul desktop che punta al browser di Microsoft.

La vecchia versione viene cancellata e se l’utente prova ad aprire una copia del vecchio Edge, inoltre, Windows 10 se ne accorge e lancia al suo posto la nuova versione. Se l’utente non ha mai scaricato il nuovo Edge, invece, se lo ritrova nel computer subito dopo l’aggiornamento. Insomma, non si scappa: nel giro di pochi mesi tutti i computer con Windows 10 avranno una copia di Edge installata. Anche se l’utente non l’ha mai richiesta.

Come dire no ad Edge

Non c’è un modo che funziona per evitare, senza rischi, che Microsoft ci regali una copia del suo browser: l’aggiornamento è obbligatorio e anche se lo disinstalliamo Windows Update ce lo ripropone a breve e lo reinstalla da solo al prossimo update cumulativo.

L’unica cosa che si può fare è mettere in pausa gli aggiornamenti tramite Windows Update, ma è sconsigliatissimo: anche altri aggiornamenti, realmente utili e importanti per la sicurezza, verrebbero bloccati. La scelta migliore, quindi, è probabilmente quella di tenerci questo browser parcheggiato nell’hard disk anche se non lo usiamo. Oppure cominciarlo a usare, scoprendo pro e contro di Edge.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963