apple tv plus Fonte foto: apple
TECH NEWS

Apple TV Channels e TV+: ufficiale lo streaming anti Netflix

Apple lancia la sfida a Netflix con TV Channels e TV+. Non un semplice servizio di streaming, ma una piattaforma dalla quale accedere a vari servizi video

25 Marzo 2019 - Chi cercava sorprese (ulteriori, dopo il lancio senza troppi preamboli dei due nuovi modelli di iPad e delle nuove Apple AirPods 2) magari sarà rimasto un po’ deluso. Nel corso dell’evento Inizia lo spettacolo (It’s Showtime in ignlese) la casa di Cupertino ha svelato esattamente quello che ci si aspettava. Tim Cook e tutti gli altri che sono saliti sul palco hanno presentato il nuovo servizio di streaming video on demand targato Apple.

Il guanto di sfida lanciato a Netflix, però, è doppio. La casa di Cupertino, che punta ad affermarsi come gigante dei servizi digitali e multimediali e non solo come produttore hardware, non punta solamente sui propri contenuti originali (sui quali conta di investire miliardi di dollari nei prossimi anni), ma dà spazio anche ai servizi dei concorrenti (o presunti tali). Presenta così anche una piattaforma che darà modo agli utenti di sottoscrivere abbonamenti ad altri streaming video (come HBO, produttore del Trono di Spade, e Amazon Prime Video). Insomma, una piattaforma omnicomprensiva che vede due grandi esclusi: Disney e Netflix, colpevoli (pare) di aver rifiutato i lunghi corteggiamenti della casa di Cupertino.

Che cos’è Apple TV Channels

Non un “semplice” servizio di streaming video, come le decine che ci sono già online, ma una piattaforma nella quale sono ospitati tutti i maggiori provider internazionali (a parte i già citati Disney e Netflix). Questo (e molto altro) è Apple TV Channels, lo streaming video pensato da Cupertino per sconfiggere il predominio di Netflix. L’obiettivo principale, come detto, è quello di offrire agli utenti un unico “portone d’ingresso” dal quale poter poi accedere a un’offerta che sia il più ampia possibile. Da Apple TV Channels  si potranno vedere film, show e serie TV da servizi come HBO, Prime TV, Starz, SHOWTIME e moltissimi altri che verranno aggiunti man mano in tutto il mondo. Il tutto disponibile on demand, online e offline e senza la necessità di sottoscrivere abbonamenti mensili: gli utenti potranno scegliere un contenuto piuttosto che un altro e pagare solo per quello.

Che cos’è Apple TV+

Tra i vari provider, ovviamente, non poteva mancare la casa di Cupertino. Le produzioni originali saranno raccolte sotto l’etichetta Apple TV+, il vero e proprio servizio di streaming della mela morsicata. E, per mostrare che fa sul serio, l’azienda diretta da  Tim Cook ha invitato sul palco celebrità dello showbiz statunitense e di Hollywood. Sul palco dello Steve Jobs Theater è salito Steven Spielberg, ma nel video di presentazione c’erano personalità del calibro di Jennifer Aniston, Reese Witherspoon, Steve Carell, Jason Momoa, il regista J.J. Abrams e Oprah Winfrey.

Costi e disponibilità Apple TV+ e Apple TV Channels

TV Channels e TV+ saranno disponibili a partire da maggio e giugno sotto forma di aggiornamento gratuito per iPhone e iPad, mentre più in là arriveranno anche sui pc Mac. Ma Apple punta più in alto e, dopo aver lanciato iTunes su smart TV, porterà la sua piattaforma streaming anche su altri dispositivi senza mela morsicata. TV Channels e TV+ saranno utilizzabili anche da smart TV Samsung, Sony, LG e Vizio e sui dongl Roku e Fire TV.

Al momento del lancio, Channels e TV+ saranno disponibili solo in 10 Paesi, mentre nel corso dell’autunno il servizio sarà esteso a oltre 100 Paesi. I costi non sono stati ancora comunicati.

Apple ha anche presentato Apple Arcade e Apple News+, servizi dedicati alle notizie e ai giochi. Qui troverai tutte le informazioni.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963