ios 13 Fonte foto: nikkimeel / Shutterstock.com
HOW TO

Come attivare la modalità scura sull'iPhone

Con la nuova release del sistema operativo della mela morsicata viene introdotta anche la modalità scura. Ecco come funziona e come si attiva

14 Ottobre 2019 - Tra le varie novità che gli sviluppatori Apple hanno introdotto con iOS 13, una delle più importanti è sicuramente la modalità scura nativa per iPhone. Tra i maggiori trend del mondo della telefonia mobile (la stanno introducendo Instagram, WhatsApp e Google Maps, tanto per citarne tre), la modalità scura garantisce diversi vantaggi agli utenti.

Prima di tutto, consente di affaticare di meno la vista, riducendo anche la quantità di luce blu emessa dallo schermo e consentendoci così di dormire meglio. Non solo: la dark mode, infatti, si sposa alla perfezione con gli schermi OLED degli ultimi modelli di iPhone lanciati sul mercato: i pixel “colorati” di nero dei pannelli OLED, infatti, non consumano energia, consentendo così di consumare meno batteria ed estendere l’autonomia dell’iPhone. Insomma, un utile trucchetto da utilizzare quando si è a corto di batteria e non si ha modo di ricaricare il melafonino.

Come funziona la modalità scura dell’iPhone

Trattandosi di una funzionalità “nativa” del sistema operativo, la modalità scura introdotta con iOS 13 non andrà a modificare solamente le impostazioni di visualizzazioni delle principali schermate dell’iPhone. La dark mode di Apple verrà applicata automaticamente anche a tutte le app installate sul dispositivo, regalando così un’esperienza d’uso univoca agli utenti.

Come impostare modalità scura su iPhone

Prima di tutto bisogna assicurarsi di aver già installato il nuovo sistema operativo iOS 13. Dopodiché basta entrare nella sezione “Impostazioni” e selezionare la voce “Schermo e luminosità“. Nella schermata che si apre pigiare sulla voce “Aspetto” e attivare immediatamente la dark mode agendo sugli “interruttori”. In più, da questa stessa finestra, possono essere impostati una serie di parametri come la modalità automatica, oppure programmare il cosiddetto “Night Shift”.

La prima permette il passaggio da un classico tema chiaro ad uno scuro a seconda dell’ora del giorno o della notte: il secondo, invece, consente di modificare sempre automaticamente lo spettro dei colori dello schermo facendo risaltare le tonalità calde ottenendo un minore affaticamento della vista, nonché una migliore qualità del sonno qualora si utilizzasse lo smartphone al letto prima di dormire. Il “Night Shift” può essere impostato in base a degli specifici orari o direttamente dal tramonto all’alba con l’apposita opzione.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963