Libero
SMART EVOLUTION

Come vedere la TV senza la TV

Se non si ha a disposizione una TV è spesso possibile continuare a vedere almeno alcuni dei programmi trasmessi in digitale terrestre: ecco 5 modi per farlo.

La televisione digitale terrestre è la grande passione degli italiani, ma purtroppo non è sempre disponibile una TV connessa ad una antenna e non sempre si possono vedere i canali e i programmi preferiti. Per fortuna, però, ci sono molte alternative alla TV per vedere la TV, tanti canali e metodi diversi per non perdersi un solo episodio, una sola puntata, un solo film o, perché no, il telegiornale.

L’alternativa più conosciuta è senza dubbio lo streaming, cioè la visione dei canali del digitale terrestre via Internet, ma non è la sola. Si può anche usare un piccolo ed economico decoder USB da connettere al laptop o al desktop (eventualmente usando una antenna portatile e compatta). Altrimenti, ma solo per i PC desktop, c’è anche l’alternativa delle schede PCIe interne: si installano dentro il computer e sono sempre a disposizione tramite l’apposita applicazione. O, ancora, è possibile usare un set-top box normalmente destinato alla connessione alla TV ma collegato, invece, al monitor e alle casse del computer. L’ultima alternativa è quella di vedere la TV digitale terrestre tramite smartphone o tablet Android, usando un sintonizzatore USB OTG con antenna integrata.

TV senza TV: lo streaming

Tramite connessione Wi-Fi a Internet è possibile vedere non solo le piattaforme a pagamento più famose, come Amazon Prime Video, Disney+ e Netflix, ma anche la normale programmazione delle emittenti generaliste già presenti sul digitale terrestre.

Si può fare in tre modi: o tramite un PC e un browser, accedendo al sito di streaming dell’emittente (ad esempio www.raiplay.it, www.mediasetplay.mediaset.it o www.la7.it/dirette-tv) o da smartphone e tablet (installando le app di ogni emittente che si vuole vedere), oppure tramite dispositivi come Google Chromecast e Amazon Fire TV Stick ( anche in questo caso installando sul dispositivo l’app di ogni emittente che vogliamo vedere).

I dispositivi di streaming sono utili perché possono essere connessi anche ad un monitor per PC che non usiamo più, senza necessità di usare il PC stesso: questi piccoli ed economici apparecchi includono l’hardware per la connessione a Internet (Wi-Fi, si collegano al router di casa) e per la decodifica del segnale.

Spesso includono anche un telecomando con microfono, che ci permette di eseguire una ricerca vocale o di impartire comandi vocali ad altri dispositivi smart che abbiamo in casa.

In questa pagina potete trovare il nostro approfondimento su questi dispositivi, di seguito qualche modello attualmente in vendita.

Google Chromecast HD

Google Chromecast HD


Fire TV Stick HD con telecomando vocale Alexa

Fire TV Stick HD con telecomando vocale Alexa


Fire TV Stick 4K con telecomando vocale Alexa

Fire TV Stick 4K con telecomando vocale Alexa

TV senza TV: i set-top box

I set-top box erano una soluzione molto efficace e apprezzata negli anni scorsi, quando i dispositivi come Chromecast e Fire TV appena descritti non erano ancora tanto diffusi come oggi. A parte l’Apple TV, che ha un sistema operativo Apple, quasi tutti gli altri in commercio sono in pratica dei mini PC sui quali gira il sistema Android TV e tutte le app con esso compatibili (le stesse app delle emittenti TV, come spiegato sopra).

Ciò vuol dire che li potremo collegare, tramite porta HDMI, sia ad una vecchia TV per renderla smart sia ad un monitor per trasformarlo in TV. Anche i set-top box necessitano di una connessione a Internet, ma molto spesso hanno anche una porta Ethernet per la connessione via cavo oltre che tramite Wi-Fi.

Anche in questo caso in confezione è incluso un telecomando, ma non sempre è dotato di microfono, alcune volte anche una piccola tastiera portatile, mentre tutti questi dispositivi hanno una buona quantità di memoria interna sulla quale è possibile salvare (cioè scaricare) episodi e programmi da guardare in seguito anche senza connessione.

In questa pagina potete trovare il nostro approfondimento su questi dispositivi, di seguito qualche modello attualmente in vendita.

Apple TV 4K (32GB)

Apple TV 4K (32GB)

Set-Top Box Android 11.0 4GB RAM 64GB ROM risoluzione 4K con telecomando e tastiera

Set-Top Box Android 11.0 4GB RAM 64GB ROM risoluzione 4K con telecomando e tastiera


Bqeel Android 10.0 TV Box R2 MAX, 4GB RAM 64GB ROM

Bqeel Android 10.0 TV Box R2 MAX, 4GB RAM 64GB ROM


TV Box Android 10.0 4GB RAM 32GB ROM risoluzione 4K con telecomando e tastiera

TV Box Android 10.0 4GB RAM 32GB ROM risoluzione 4K con telecomando e tastiera

TV senza TV: i decoder USB

Tutte queste opzioni viste fino ad ora prevedono la connessione a Internet, che non è sempre disponibile. Ci sono anche altri device che permettono di ricevere il segnale digitale terrestre via radio, cioè tramite antenna come sulla TV tradizionale.

Si tratta dei decoder DVB (meglio ancora i decoder DVB-T2) USB, che spesso assomigliano a delle chiavette USB per archiviare i dati ma che, in realtà, al loro interno integrano un sintonizzatore molto simile a quello presente nelle televisioni o nei decoder esterni per digitale terrestre.

Questi decoder USB servono a guardare la TV su PC desktop o laptop (basta avere una porta USB libera). Vanno collegati ad una antenna: o quella condominiale sul tetto, o una antenna personale in balcone o anche una buona antenna portatile amplificata ad alto guadagno (qui vi spieghiamo come sceglierla). Sul computer va poi installata l’app per gestire il segnale in ingresso, mentre non servirà installare le singole app delle emittenti perché il segnale elaborato sarà quello radio, non un flusso che arriva da Internet.

In questa pagina potete trovare il nostro approfondimento su questi dispositivi, di seguito qualche modello attualmente in vendita.

Ricevitore USB 2.0 DVB-T2

Ricevitore USB 2.0 DVB-T2


ASHATA USB TV Stick, USB2.0 DVB-T2

ASHATA USB TV Stick, USB2.0 DVB-T2


Chiavetta Sintonizzatore HD Digitale USB per PC

Chiavetta Sintonizzatore HD Digitale USB per PC


TerraTec – Ricevitore per TV digitale

TerraTec – Ricevitore per TV digitale


Geniatech EyeTV T2

Geniatech EyeTV T2


Hauppauge WinTV-HVR-935HD

Hauppauge WinTV-HVR-935HD

TV senza TV: i decoder PCIe

I decoder per segnale digitale terrestre in formato PCIe funzionano in modo del tutto analogo a quelli USB: si collegano all’antenna e portano la TV nel computer. Ma solo su un computer desktop, perché lo standard PCIe è quello delle schede di espansione per i PC da scrivania e non ci sono connettori di questo formato dentro i laptop.

La cosa buona di queste schede di espansione è che, avendo più spazio a disposizione, spesso integrano più sintonizzatori contemporaneamente (in alcuni casi anche il sintonizzatore per il segnale satellitare) e questo vuol dire che si possono guardare più canali contemporaneamente, registrare più programmi contemporaneamente o registrare un programma mentre se ne vede un altro. Non serve nessuna app, se non quella del dispositivo PCIe.

In questa pagina potete trovare il nostro approfondimento su questi dispositivi, di seguito qualche modello attualmente in vendita.

Hauppauge 3418259 – Sintonizzatore TV 6 in 1 DVB-T2 e DVB-S2

Hauppauge 3418259 – Sintonizzatore TV 6 in 1 DVB-T2 e DVB-S2


Hauppauge 3875199 – Sintonizzatore TV 4 in 1 DVB-T2 e DVB-S2

Hauppauge 3875199 – Sintonizzatore TV 4 in 1 DVB-T2 e DVB-S2


TBS6590 – Scheda PCI-e doppio sintonizzatore TV DVB-S2 e DVB-T2

TBS6590 – Scheda PCI-e doppio sintonizzatore TV DVB-S2 e DVB-T2


TBS6504 Multi Standard Quad Tuner PCI-e DVB-S2 e DVB-T2

TBS6504 Multi Standard Quad Tuner PCI-e DVB-S2 e DVB-T2

TV senza TV: i decoder USB OTG

L’ultima opzione utile per guardare la TV senza usare una TV è quella di dotarsi di un decoder USB OTG per smartphone o tablet Android. Si tratta di dispositivi che si collegano alla porta micro-USB del telefono o del tablet e integrano un sintonizzatore e un decoder per il segnale radio del digitale terrestre.

Anche in questo caso non c’è streaming e serve un’antenna: i dispositivi di questo tipo spesso ne integrano una, ma possono essere anche connessi ad una antenna esterna. Per usarli serve una sola app: quella del dispositivo USB OTG.

In questa pagina potete trovare il nostro approfondimento su questi dispositivi, di seguito qualche modello attualmente in vendita.

TV senza TV: quali canali si possono vedere

Non possiamo chiudere questa carrellata dei metodi alternativi alla classica TV per vedere i programmi TV senza una doverosa precisazione: questi metodi non sono tutti uguali, in alcuni casi non si vedranno tutti i canali.

Ciò è dovuto al fatto che non tutte le emittenti hanno una piattaforma di streaming o un’app proprietaria per trasmettere i programmi anche via Internet, quindi tutti i metodi che si basano sulla connessione a Internet (cioè i decoder USB, i set-top box e i vari dispositivi di streaming), ci permetteranno di vedere solo alcuni canali, solitamente le grandi emittenti nazionali e le piattaforme in abbonamento.

Al contrario, tutti i dispositivi basati su antenna possono ricevere tutti i canali normalmente trasmessi via radio (anche le emittenti locali, quindi). L’unico limite di queste soluzioni, quindi, è l’effettiva copertura del segnale digitale terrestre nella nostra zona.

Italiaonline presenta prodotti e servizi che possono essere acquistati online su Amazon e/o su altri e-commerce. In caso di acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, Italiaonline potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. I prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo: è quindi sempre necessario verificare disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963