Libero

Cosa sono gli Handles di YouTube

YouTube annununcia l'arrivo degli "handles", cioè i nuovi nomi utenti unici che identificano gli utenti e rendono molto più social la piattaforma di condivisione dei video

Da anni si dice che YouTube sia diventato un social, ma a parte alcuni grandi creator che riescono a generare un grande numero di interazioni da parte del loro pubblico, in realtà di social su YouTube c’è ancora molto poco. Anche perché, in buona sostanza, manca la cosa principale dei social: i profili utenti.

Oggi lasciare un commento su YouTube è necessario creare un account che, in realtà, è un canale e che, però, può essere anche vuoto. Non ha molto senso e, infatti, YouTube ha deciso di cambiare metodo: stanno per arrivare gli "handles", i nuovi nomi utente che ci identificheranno in modo univoco su YouTube.

YouTube: cosa sono gli handle

Un handle è un nome, un testo di non più di 30 caratteri che inizia per "@". Chi ha già un canale YouTube, quasi certamente, potrà ereditare quel nome mentre chi vorrà scegliere un nuovo handle non potrà prenderne uno già usato. Gli handle, infatti, sono unici.

In questo modo, secondo YouTube, si rende la piattaforma più social e meno anonima. Quel che non è stato ancora chiarito, invece, è cosa succederà a chi ha due o più canali YouTube aperti con lo stesso indirizzo email: diventeranno due handle (e quindi due identità) diverse su YouTube o ci sarà la possibilità di farli diventare due facce dello stesso handle?

Come useremo gli handle

YouTube spiega che gli handle saranno visibili:

  • Nella scheda Shorts
  • Nei risultati di ricerca
  • Nei commenti e nelle menzioni

Questo vuol dire, ad esempio, che potremo taggare qualcuno nei commenti di un video pubblicato su YouTube, anche se questo utente non ha ancora commentato (e nemmeno visto) quel video. Probabilmente, quindi, in futuro arriveranno strumenti di gestione della privacy in stile Facebook, tramite i quali potremo scegliere ad esempio chi potrà taggare il nostro handle e chi no.

Ogni volta che si crea un handle, poi, viene creato anche un URL pubblico in stile "youtube.com/@handle". Questo indirizzo potrà essere condiviso facilmente, ma forse qualcuno preferirà che il suo rimanga privato per non essere costretto a interagire con persone che non conosce. Anche in questo caso, quindi, serviranno strumenti di gestione della privacy aggiornati ed efficaci.

Quando arrivano gli handle

YouTube ha annunciato l’arrivo degli handle a livello globale, senza però dare indicazioni precise su quando effettivamente saranno disponibili: YouTube si limita a dire che "entro la fine del prossimo mese" inizierà a mandare le notifiche ai creator e a permettergli di scegliere il loro handle.

La prima scelta che verrà offerta sarà quella di mantenere il nome del canale, ma ci sarà la possibilità di cambiare handle. Cosa che, probabilmente, in molti faranno visto che in milioni, negli anni scorsi, si sono iscritti a YouTube usando improbabili nomi come "@mariuccio123".

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963