Libero
facebook podcast Fonte foto: ArthurStock / Shutterstock
APP

La passione di Facebook per i podcast è già finita

Dopo aver spinto tanto sui contenuti solo audio, ora Facebook sarebbe intenzionata a ridurre i suoi sforzi nel settore podcast: le nuove priorità sono Metaverso, Reels e commercio elettronico

L’interesse di Facebook per i podcast starebbe svanendo, ad appena un anno dopo il suo avvio. Ricordiamo che lo scorso aprile la compagnia di Zuckerberg aveva lanciato dei servizi dedicati all’audio, come Live Audio Rooms, Soundbites e i podcast. L’azienda statunitense avrebbe ora cambiato parzialmente idea e si starebbe concentrando sul Metaverso, sui Reels e sull’e-commerce.

Stando a un’indiscrezione del noto giornale online Bloomberg, Facebook non vorrebbe sospendere completamente le sue attività legate al podcasting, ma spingere verso altre direzioni, anche quelle legate alla realtà virtuale. Le priorità di Meta, in buona sostanza, starebbero curvando su azioni volte ad organizzare eventi all’interno del suo metaverso e ad accelerare lo sviluppo dello shopping in Rete. Queste attività, stando al rumor, la compagnia capeggiata da Zuckerberg vorrebbe attuarle anche con il supporto dei creator di podcast. Oltre al metaverso e all’e-commerce, Meta starebbe rivolgendo la sua attenzione sui video in formato breve, per tentare di terner fronte alla palese supremazia di TikTok.

Facebook e i podcast: storia breve?

Stando a quanto emerso, il ridimensionamento dell’interesse dell’azienda per il podcasting e la rivalutazione delle priorità e dell’utilizzo del servizio è dietro l’angolo. Tuttavia, è bene ricordare che l’ingresso di Facebook nei servizi dedicati all’audio fu dettato dall’esigenza di competere con piattaforme come Clubhouse, Spotify e Apple Podcasts.

Stando a quanto dichiarato da Bloomberg, il colosso statunitense avrebbe anche pensato di avviare un programma di formazione per attirare più creator sulla sua piattaforma. Il progetto prevedeva di insegnare a 15 o più podcaster come utilizzare al meglio la piattaforma podcast di Facebook per creare dei programmi radiofonici. Tuttavia, il programma di formazione non si è mai concretizzato.

Facebook: la concorrenza di TikTok

Nel quarto trimestre del 2021, il social network ha registrato un brusco calo di utenti attivi giornalieri, a fronte di un maggiore controllo normativo e dell’intensa concorrenza di TikTok e Snapchat. Da 1,93 miliardi di utenti attivi giornalieri del terzo trimestre del 2021, si è passati a 1,929 miliardi di utenti attivi giornalieri. Ciò significa che Facebook ha perso circa un milione di utenti negli ultimi tre mesi dello scorso anno.

Sebbene questa contrazione possa all’apparenza sembrare piccola, per un’azienda che pone molta attenzione su numeri e metriche risulta una brutta battuta d’arresto. Non a torto, la compagnia di Zuckerberg starebbe pensando di dedicare le sue attenzioni su altri tipi di servizi come, per l’appunto, il Metaverso, e-commerce e i Reels (per contrastare TikTok).

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963