Libero
APP

Microsoft Copilot è arrivato anche su iPhone e iPad

Microsoft ha rilasciato la nuova app di Copilot anche su iPhone e iPad: l'applicazione è utilizzabile gratuitamente per accedere al chatbot AI

copilot ios iphone ipad Fonte foto: Tada Images / Shutterstock

Microsoft Copilot è ora disponibile su nuovi dispositivi: dopo il rilascio dell’app per Android, infatti, Microsoft ha appena pubblicato sull’AppStore di Apple l’applicazione ufficiale del suo chatbot AI che ora sarà utilizzabile anche con iPhone e iPad, riprendendo le stesse funzionalità già viste su Android e, soprattutto, lo stesso modello di business che prevede la possibilità, per l’utente, di usare tutte le funzioni gratis.

Come funziona Microsoft Copilot su iPhone e iPad

Per utilizzare Copilot anche sui dispositivi di Apple è sufficiente accedere all’AppStore e, tramite la barra di ricerca, individuare l’app del chatbot AI di Microsoft, avviandone poi il download (completamente gratuito).

Terminata l’installazione, l’app sarà pronta all’uso. Al primo avvio, è necessario effettuare alcune scelte, relative ai permessi da assegnare all’app. Subito dopo, sarà possibile iniziare a interagire con Copilot. L’applicazione è, a tutti gli effetti, una chat tra l’utente e l’assistente AI di Microsoft.

L’interfaccia della nuova app per iPhone e iPad è, al netto di piccoli ritocchi, la stessa già utilizzata dall’app di Android di Copilot. Le funzionalità a disposizione degli utenti non cambiano e anche le prestazioni sono molto simili.

Tramite l’apposito tasto posizionato nella parte alta della chat è possibile scegliere se utilizzare (sempre gratuitamente) GPT-4, il più recente modello di linguaggio di OpenAI (utilizzabile a pagamento con ChatGPT). In questo caso, l’app avviserà l’utente che “le risposte potrebbe essere più lente durante il processo creativo“.

Più funzioni utilizzando il proprio account

Per iniziare a usare Copilot è sufficiente sfruttare il campo di testo situato in basso. Tocca all’utente scegliere come utilizzare il chatbot AI. Da notare che, per utilizzare Copilot, non è necessario accedere con il proprio account Microsoft.

Come suggerito anche dall’avviso incluso nella chat, però, chi effettua l’accesso con il proprio account potrà “fare più domande e avere conversioni più lunghe” con il chatbot. Dopo aver eseguito il login con il proprio account è possibile anche utilizzare DALL-E3 per generare immagini partendo da una descrizione testuale.

Come avviene anche con Cocreator di Paint, l’app proporrà quattro diverse immagini generate partendo dalla descrizione fornita. Sarà sufficiente premere sull’immagine scelta per condividerla oppure per salvarla sul proprio dispositivo.

Dalle Impostazioni dell’app, accessibili premendo sul tasto in alto a sinistra, è possibile gestire l’accesso con il proprio account oltre che cambiare il tema dell’app e selezionare un’area geografica e/o una lingua differente rispetto a quella impostata di default dall’applicazione.

Per quanto riguarda la privacy, infine, gli utenti hanno la possibilità, sempre dalla pagina delle Impostazioni dell’applicazione, di cancellare tutti i dati di navigazione. L’applicazione richiede l’accesso alla Posizione oltre che a Siri e ricerca. Come per tutte le app dell’AppStore, è possibile scegliere se consentire o meno il tracciamento.