dark mode iphone Fonte foto: Denys Prykhodov / Shutterstock.com
HOW TO

Quanta batteria puoi risparmiare con il dark mode

La modalità scura permette di risparmiare batteria? Dipende dalla tipologia di schermo: ecco tutto quello che c'è da sapere

18 Novembre 2019 - Adesso che la dark mode si è diffusa un po’ ovunque, grazie anche al supporto ufficiale da parte di Android 10 e iOS 13, molti utenti con schermo OLED stanno iniziando a toccare con mano i vantaggi della modalità scura.

Vantaggi soprattutto per la batteria e l’autonomia: grazie alla modalità notte, infatti, gli smartphone e i tablet consumano meno energia e la batteria dura molto più a lungo. Ma quanto più a lungo? Dipende soprattutto dal tipo di schermo: sui vecchi LCD la differenza non è così marcata, mentre sui display a LED (siano essi PLED, P-OLED, AMOLED o SUPERAMOLED, non cambia) sì. Questo è dovuto ad una differenza sostanziale tra le due tecnologie. Differenza che, tra l’altro, si ritrova anche sugli schermi dei televisori: gli smart TV con display a LED consumano molta meno energia se usati in dark mode.

Dark Mode: LCD Vs OLED

In uno schermo LCD tutta la luce proviene da un pannello posteriore di retroilluminazione. Ogni pixel acquista un colore grazie alla polarizzazione di uno, due o tutti e tre i subpixel (rosso, verde e blu). Questa polarizzazione si ottiene inviando una corrente elettrica, che muove i cristalli liquidi orientandoli e fa passare la luce di un determinato colore. Per generare un pixel nero i cristalli liquidi non vengono “mossi” e, di conseguenza, bloccano la luce proveniente dal pannello posteriore. Che, però, resta acceso. Ecco perché con la modalità scura si risparmia batteria con un display LCD, ma il risparmio è minimo.

In uno schermo a LED, invece, ogni pixel corrisponde proprio a un LED (Light Emitting Diode, cioè diodo che emette luce). Quando bisogna disegnare un pixel nero, quindi, semplicemente quel pixel resta spento. Ecco perché, a differenza che con gli LCD, con i display a LED il risparmio derivante dalla modalità scura è più marcato.

Quanto batteria si può risparmiare con il dark mode?

Il risparmio di batteria derivante dal dark mode varia da modello a modello di smartphone (e persino da esemplare ad esemplare), ma ci sono test molto affidabili per quantificarlo. Sul canale YouTube PhoneBuff, ad esempio, è stato fatta una prova molto interessante: un braccio robotico ha eseguito una lunghissima serie di operazioni su due iPhone XS (quindi con schermo OLED) assolutamente gemelli, che differivano tra loro solo perché uno era costantemente in dark mode, l’altro costantemente in light mode. Il risultato è stato strabiliante: la batteria dell’iPhone usato con il dark mode attivo dura il 30% in più.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963