stampante-3D Fonte foto: Alexander Tolstykh / Shutterstock.com
PMI E INDUSTRIA 4.0

8 modi per risparmiare tempo e denaro con la stampa 3D

La stampa 3D sta trasformando soprattutto il comparto manifatturiero, che può contare su uno strumento utile per abbassare i tempi e i costi di produzione

La stampa 3D non è solo una tecnologia utilizzata da pochi eletti, come era in passato. Si sta diffondendo in molti settori, arrivando anche nelle case dei singoli utenti. Le stampanti 3D stanno rivoluzionando in modo particolare le aziende, interessate a ottimizzare i processi produttivi.

Alla base del successo della stampa 3D ci sono indubbiamente i recenti progressi tecnologici, che hanno migliorato notevolmente i processi di stampa, tanto è vero che oggi la tecnica è utilizzata anche in campo medico per produrre organi o protesi.  I prezzi poi sono calati sensibilmente. Sul mercato oggi si possono trovare per uso ricreativo stampanti 3D con poche centinaia di euro. La tecnologia sta trasformando soprattutto il comparto manifatturiero, che può contare su uno strumento utile per abbassare i tempi e i costi di produzione. Andiamo ora a vedere nel dettaglio quali sono i vantaggi offerti alle aziende dalla stampa 3D.

Costi e tempi di produzione

La stampa 3D taglia drasticamente i costi di produzione. Le aziende, infatti, possono produrre un pezzo di ricambio – non solo in plastica, ma anche in metallo – nel giro di poco tempo, utilizzando un’unica macchina e senza chiedere aiuto a imprese esterne. Inoltre, la tecnologia è più flessibile rispetto alle tradizionali tecniche produttive. Con una stampante 3D, ad esempio, si possono produrre parti di un oggetto andato fuori produzione.

In aggiunta, a differenza dei normali sistemi di produzione, la stampa 3D è nettamente molto più veloce. E non solo. Consente anche di realizzare pezzi su richiesta, permettendo all’azienda di produrre solo quelli necessari, riducendo in questo modo i costi di stoccaggio e le quantità invendute.

Qualità

La stampa 3D assicura al settore manifatturiero qualità nel processo di produzione, che quasi sempre è superiore rispetto a quella ottenuta con le attuali tecniche di lavorazione. Il motivo è semplice: la stampa 3D non rischia di andare incontro agli stessi problemi della produzione di massa. Le probabilità, infatti, che un oggetto realizzato tramite una stampante 3D sia difettoso sono molto più basse.

Personalizzazione ed Ecosostenibilità

Contrariamente a quanto si possa pensare, le stampanti 3D non producono pezzi solo in plastica, ma anche in metallo. La tecnologia può essere utilizzata per produrre più parti, con materiali diversi, di uno stesso pezzo.

La stampa 3D non solo consente di risparmiare tempo e denaro, ma è un ottimo alleato per l’ambiente. In modo particolare, riduce gli sprechi di materiali se confrontata con i normali sistemi di produzione.

Flessibilità

Abbiamo già parlato in parte della flessibilità garantita dalla stampa 3D. Il comparto manifatturiero da sempre usa delle tecniche di lavorazione standardizzate. Ciò allunga i tempi di produzione, come visto, e impedisce a un’impresa di rispondere velocemente alle richieste dei clienti.

Se un consumatore rompe un pezzo di un oggetto andato fuori produzione e non più in magazzino, per l’azienda è praticamente impossibile realizzarlo con le tradizionali tecniche. I costi sarebbero, infatti, molto alti. La stampa 3D, invece, essendo molto duttile, consente di superare questo problema.

Prototipi

Una stampante 3D è anche molto utile per realizzare dei prototipi di un prodotto. Utilizzando i modelli di produzione attuali, infatti, un’azienda dovrebbe mettere in moto tutto il meccanismo di lavorazione anche per sviluppare un oggetto che potrebbe non lanciare sul mercato.

La stampa 3D, invece, permette all’azienda di produrre un prototipo facilmente. Gli oggetti possono poi essere usati per attirare gli investitori oppure per cercare di capire se il prodotto ha un margine di mercato.

Versatilità

Le stampanti 3D sono molto versatili. Come visto, con un’unica macchina si possono realizzate più oggetti. I dispositivi, infatti, sono in grado di utilizzare e fondere più materiali. La duttilità è naturalmente un vantaggio per l’azienda, sia in termini di tempi di produzione ma soprattutto di costi.

Contenuti sponsorizzati