le migliori app per prendere appunti Fonte foto: Shutterstock
APP

Le migliori app per prendere appunti

In questo articolo troverai alcuni suggerimenti su quali sono le migliori app per prendere appunti su iOs e Android. Scopri con noi quella più adatta a te.

Quante volte ti è capitato di prendere appunti su foglietti volanti che poi puntualmente hai perso? Oggi con il tuo smartphone hai la possibilità di fare un sacco di cose, tra cui prendere appunti attraverso delle applicazioni. Ce ne sono tantissime, avrai anche l’imbarazzo della scelta, ma con questo articolo proviamo a suggerirti le migliori app per prendere appunti su dispositivi Android e iOS.

Se ti capita spesso di prendere numerosi appunti, per esempio all’università durante una lezione, oppure durante una riunione di lavoro, avrai la necessità di tenerli tutti insieme ed evitare che si possano perdere. Devi sapere  che esistono parecchie app per prendere appunti, anche gratuite e, grazie a loro, potrai evitare di portare con te quaderni, fogli sparsi o block notes, e riuscire a tenere tutto insieme nel tuo telefono. Ormai il telefonino è il prolungamento quasi naturale della nostra mano, lo controlliamo molto spesso e possiamo anche utilizzarlo per prendere appunti. Queste app possono essere scaricate anche su tablet,  ipad, quindi sia su dispositivi Android che dispositivi iOS. Alcune sono totalmente gratuite, altre sono a pagamento, per esempio dovrai sottoscrivere degli abbonamenti. Leggendo questo articolo siamo sicuri che troverai di sicuro l’app per prendere appunti più adatta alle tue esigenze.

Evernote

Partiamo con una app gratuita, che è disponibile sia per Android che per iOS, si chiama Evernote e può essere utilizzata sia da un dispositivo mobile, che su di un dispositivo fisso. L’app offre anche la possibilità di sincronizzare i dispositivi per continuare un lavoro iniziato sul telefono e finirlo sul PC fisso. La versione gratuita dell’app  non permette di accedere alle note offline e limita la sincronizzazione a due dispositivi. Per scaricare questa applicazione accedi al tuo store. Dopo averla scaricata, aprila e crea il tuo profilo gratuito. Dovrai scrivere il tuo indirizzo mail per registrarti, oppure accedere con Google tramite il tuo account Google. Per cominciare nella schermata iniziale clicca su “+” e dovrai scegliere tra le opzioni:

  • Fotocamera: per fotografare i tuoi appunti che si trovano scritti su fogli sparsi o su lavagne.
  • Allegato: puoi aggiungere dei file.
  • Audio: puoi aggiungere delle note audio.
  • Promemoria: per scrivere un nuovo promemoria.
  • Scrittura a mano: puoi scrivere sullo schermo a mano libera.
  • Nota di testo: per scrivere appunti tramite la tastiera del tuo dispositivo.

Dopo aver scelto il metodo che più ti piace, clicca su “titolo nota” in alto per inserire il titolo che vuoi dare ai tuoi appunti, se invece vuoi scrivere, clicca su “che cos’hai in mente?”. Sicuramente non avrai a disposizione tutte le opzioni di un classico foglio word per scrivere, però potrai formattare il testo cliccando su “A” e sceglier poi se scrivere in grassetto, corsivo o in altro modo. Quando avrai finito di scrivere clicca sulla spunta in alto a sinistra e salva la nota. Utilizzando l’app in modo gratuito, il suo spazio di archiviazione sarà ridotto. Altrimenti con 29,99€ all’anno potrai sottoscrivere un abbonamento.

OneNote

Un’altra app gratuita e valida, è OneNote . Ti permette di sincronizzare più dispositivi e avere sempre a portata di mano i tuoi appunti. La puoi scaricare su dispositivi Windows, Android, iOS, e Mac. Scaricala e dopo esserti registrato clicca su “iscriviti gratis”, dopo prosegui seguendo le istruzioni che ti verranno mostrate per continuare la procedura. Dovrai creare un account Microsoft per poter avere l’opzione della sincronizzazione su più dispositivi. Potresti già possedere un account Microsoft ed a questo punto potrai tranquillamente cliccare su “accedi” per entrare.

Per creare il primo blocco appunti, devi cliccare su “+ blocco appunti” e decidere il titolo che vorrai dare, continua cliccando su “+ foglio” per creare il primo foglio di appunti. Se vorrai aggiungere altro ai tuoi appunti, attraverso le icone potrai inserire foto tramite la fotocamera del tuo smartphone, oppure delle note vocali attraverso il microfono, con una matita potrai scrivere a mano libera oppure creare un elenco di cose. Se accedi a OneNote da tablet, per aggiungere questi elementi dovrai cliccare su “inserisci”. Per salvare la nota non devi preoccuparti, si salverà in modo automatico.

Google Keep

Un’altra soluzione gratuita è Google Keep, che ti permette di creare le tue note e sincronizzarle con il tuo account Google in pochissimi movimenti. Questa app per prendere appunti si può scaricare su device Android e iOS, e allo stesso tempo si può accedere dal Web installando l’estensione per Chrome o attraverso l’interfaccia online.  Dopo il download dell’app potrai accedere  con il tuo account Google e attraverso la schermata iniziale potrai cliccare su “inizia” per cominciare a prendere appunti e note sul tuo dispositivo.

Avrai a disposizione diverse funzioni, potrai realizzare un elenco puntato per creare delle liste, potrai scrivere una semplice nota di testo, con l’icona di una penna potrai scrivere appunti a mano libera, se cliccherai invece sul microfono potrai registrare una nota vocale e con la fotocamera fare foto ai tuoi appunti presi su carta. Dopo aver scelto che tipo di nota impiegare, dovrai scrivere nell’apposito spazio un titolo per la nota. Tutto il tuo lavoro verrà automaticamente salvato sul cloud  e sincronizzato.

Una particolare funzione che caratterizza questa app per prendere appunti, è la possibilità di aggiungere un promemoria alle note, per permetterti di ricordare cosa fare, per esempio in un momento specifico della giornata o quando vai in un luogo preciso. Per poter aggiungere il promemoria, devi cliccare sull’icona a forma di mano e nel riquadro che si aprirà dovrai premere su “ora” per permettere a Google Keep di ricordarti cosa fare in un’ora precisa della giornata. Un’altra opzione che potrai scegliere è il “luogo”, se vorrai che il tuo promemoria ti venga ricordato quando sarai in un posto specifico. Mi raccomando ricordati di salvare.

Notability

Un’ app per prendere appunti solo per dispositivi iOS e Mac, è Notability, che si può comprare al costo di 10,99€. L’app ti permette di prendere note a mano libera, di poter aggiungere delle note vocali attraverso registrazioni audio e scrivere appunti con la tastiera del tuo dispositivo, anche su file pdf esterni. Dopo il download dell’applicazione, potrai aprirla e nella pagina iniziale cliccare su “nuova nota” che ha l’icona di una penna, questo ti permetterà di creare nuovi fogli per prendere appunti.

Anche su questa app hai diverse possibilità per prendere appunti: la matita ti permette di decidere che tratto e che colore deve avere la tua matita per scrivere a mano libera; se deciderai di usare l’evidenziatore potrai mettere in risalto parti di testo con colori differenti, con l’icona della gomma potrai cancellare il tratto di matita errato e con il microfono registrare note vocali. Ovviamente potrai sempre scrivere i tuoi appunti tramite la tastiera del tuo dispositivo cliccando su “T” che si trova in alto e poi cliccare sulla parte del foglio in cui vuoi iniziare a scrivere.

Il testo può essere formattato attraverso l’opzione del menù che si trova in basso, quindi potrai decidere il font, il carattere, il colore e la grandezza. Anche quest’applicazione ti permette di sincronizzare in modo semplice i tuoi appunti presi su iPad o iPhone con il Mac. Basterà solo scaricare l’app su tutti i dispositivi e poi collegarla sull’account iCloud.

Altre app per prendere appunti

Le app per prendere appunti citate in precedenza, sono sicuramente tra le migliori, ma come abbiamo già detto ce ne sono davvero tante che puoi provare. Alcune però possono essere utilizzate solo da chi ha dispositivi Android, come Color Note e Classic Notes, da scaricare attraverso Google Play. La prima è una delle più facili da usare, ed allo stesso tempo molto completa. Ti assicura di prendere appunti con facilità e di poterli organizzare per colore.

Potrai anche usare i widget Stiky Note per riuscire sempre a controllare le note più importanti e le cose che devi fare , che non puoi assolutamente dimenticare. La seconda app, Classic Notes è più essenziale, sempre molto semplice da utilizzare. Il nome stesso permette di capire che non ha opzioni superflue e ti consente di realizzare note con pochi clic. Anche per salvare le note è molte semplice, perché non dovrai far nulla, farà tutto l’applicazione.

Altre app per prendere appunti posso essere utilizzate, invece, solo da dispositivi iOS e scaricate solo con App Store, come Note e Penultimate. La Prima app è già inclusa in tutti i dispositivi Apple ed è davvero molto completa. Potrai inserire nuovi appunti in modo semplice e sincronizzare tutto con iCloud su tutti i dispostivi Apple che hai a disposizione.

Potrai proteggere tutto con una password, si possono creare note che possono essere condivise anche con altri utenti Apple,  inserendo immagini, link e tutto quello che vorrai. La seconda app, Penultimate, si può scaricare in modo gratuito. Avrai la possibilità di scrivere a mano i tuoi appunti, impiegando una serie ampia di strumenti e avrai la possibilità di scattare foto agli appunti e alle note prese su carta.

Alcune applicazioni però non si limitano solo a dispositivi dello stesso genere, ma possono essere scaricate sia da iOS, che da Android, che da Windows.  Per esempio Bamboo Paper e Simplenote.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963