e-bike Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Bonus bici 2020, slitta a novembre la piattaforma per chiedere il rimborso

Il Ministero dell’Ambiente rinvia ancora la data di lancio della piattaforma Web tramite la quale sarà possibile richiedere il bonus bici 2020 del 60%

Brutte notizie per gli amanti delle bici elettriche e della micromobilità smart: il portale del Governo tramite il quale sarà possibile richiedere il “Bonus bici 2020” non sarà online prima di novembre. Inizialmente era previsto l’avvio della piattaforma entro fine agosto, ma il Ministero dell’Ambiente si giustifica parlando di “ritardo amministrativo“.

Inoltre il Ministero sta aspettando lo stanziamento di tutti i fondi necessari a coprire il bonus bici, cioè 210 milioni di euro, ma ancora ci sono garanzie solo per i 120 milioni stanziati con il Decreto Rilancio. A questi si devono aggiungere i 20 milioni in più aggiunti dalla conversione in legge del decreto e altri 70 milioni che arriveranno da un assestamento di bilancio del Ministero. Insomma, c’è ancora da lavorare un bel po’ prima di poter lanciare la piattaforma Web per il bonus bici 2020 perché tutti i fondi non saranno disponibili prima di fine ottobre. Non cambia, invece, il valore del bonus e non cambia la procedura per ottenerlo.

Bonus bici 2020: chi può chiederlo

Il bonus bici 2020, che il Ministero dell’Ambiente chiama “Buono Mobilità 2020“, è riservato a tutti i maggiorenni con residenza (non domicilio) nei capoluoghi di Regione e di Provincia, nelle Città metropolitane e in tutti i Comuni con oltre 50 mila abitanti. Chi ha la residenza in un comune più piccolo che non sia capoluogo, invece, non può richiederlo.

Bonus bici 2020: a quanto ammonta

Il contributo massimo offerto dal Governo è pari al 60% del prezzo del mezzo acquistato, ma non può superare i 500 euro in totale. Vengono incentivate le biciclette tradizionali, quelle a pedalata assistita (e-bike), i monopattini elettrici, gli hoverboard e i Segway. È possibile chiedere il bonus anche per l’acquisto di un servizio di micromobilità in abbonamento.

Bonus bici 2020: come chiederlo

Il Buono Mobilità 2020 copre gli acquisti fatti a partire dal 4 maggio 2020 e si ottiene accedendo alla piattaforma Web che, come abbiamo visto, non arriverà prima di novembre. Quando la piattaforma sarà attiva chi ha già acquistato un mezzo incentivabile potrà inserire il documento che prova l’acquisto (scontrino parlante o fattura) e riceverà il rimborso fino al 60%.

Quando la piattaforma sarà attiva, invece, sarà possibile usarla per generare un buono spesa da consegnare al venditore o a chi offre il servizio in abbonamento per ottenere uno sconto immediato. Sarà poi lui a incassare il bonus. Per accedere alla piattaforma Web per il bonus bici 2020 sarà necessario usare lo SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963