foto-vacanze-hacker Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Consigli per mettere le foto delle vacanze al sicuro

Smartphone rubato o smarrito, fotocamera difettosa: si rischia di perdere tutte le foto scattate in vacanza. Cosa fare? Ecco alcuni consigli da seguire

Fotografia e vacanza: un binomio indissolubile fin dalla notte dei tempi. Soprattutto ai giorni nostri, dove i dispositivi per immortalare “oggetti e soggetti” sono tanti. Senza dubbi, il re incontrastato è lo smartphone, capace di effettuare scatti anche ad alta risoluzione. Così come sono molti i device per fare le foto, tanti sono, però, i pericoli.

Il rischio principale, per chi ama imprimere su “pellicola” i propri ricordi, è quello di perdere tutto. In particolare oggi, considerando che la maggior parte delle persone utilizza strumenti fotografici digitali. E in effetti basta davvero poco per smarrire centinaia di immagini. Facciamo un esempio. Pensiamo agli scatti realizzati tramite uno smartphone. E se ce lo rubassero? Perderemmo qualsiasi cosa, tra cui anche le foto delle nostre vacanze. Può anche capitare che uno dei device utilizzati per scattare le foto si rompa. Anche in questo caso il risultato sarebbe identico. O peggio ancora, se subissimo un attacco hacker? Saremmo costretti, molto probabilmente, a dire addio alle immagini.

Cosa fare, dunque, per mettere al sicuro le foto delle vacanze? Ecco alcuni consigli.

Backup

Qualsiasi sia il dispositivo utilizzato, c’è sempre un modo per effettuare un backup. Continuiamo a prendere come esempio gli smartphone. Che abbiate un iPhone o un telefonino Android, il risultato non cambia: entrambi offrono un servizio per salvare i file nella “nuvola”. Apple ha iCloud, come è noto, mentre gli utenti che utilizzano il robottino verde potrebbero ricorrere a Google Foto. Numerosi, poi, sono i servizi offerti da terze parti. Un esempio su tutti: Dropbox. In questi casi, comunque, dovrete anche fare i conti con gli spazi messi a disposizione dagli storage virtuali.

Ma importa poco, quello è fondamentale è che attiviate il backup automatico. Come fare? Semplice. È sufficiente dare un’occhiata alle impostazioni di memorizzazione del dispositivo usato.

Ricordatevi anche di proteggere i vostri account. Ciò significa utilizzare una password. Così, se qualcuno dovesse riuscire a impossessarsi dello smartphone, non potrebbe accedere alle vostre immagini. L’ideale, comunque, sarebbe mettere al sicuro con password o altri strumenti (ad esempio, le impronte digitali) l’intero dispositivo.

Utilizzare la microSD

Non tutti gli smartphone dispongono di uno slot per la memory card. In caso fosse disponibile, è bene salvare le foto anche nella microSD. Se lo smartphone, ad esempio, all’improvviso smettesse di funzionare, gli scatti non andrebbero persi. Inoltre, è consigliabile utilizzare più microSD, così da averne almeno una di scorta. Il discorso vale soprattutto se il device usato è una fotocamera digitale. Molto importante, poi, è passare le foto memorizzate nella microSD su un altro dispositivo, come ad esempio il computer.

Fotocamere e schede Wi-Fi

Abbiamo compreso che il modo migliore per mettere al sicuro le immagini scattate in vacanza sia salvarne una copia. È possibile anche utilizzare in questi casi una fotocamera Wi-Fi. È come avere uno smartphone. Il dispositivo, infatti, effettua il backup usando internet. Purtroppo, però, sono molto costose. In alternativa, se le finanze sono limitate, si potrebbe acquistare una microSD WiFi. Ha le stesse funzionalità di una normale scheda, ma in più include un chip WiFi con cui inviare le immagini memorizzate a un altro dispositivo.

Supporto esterno

Oggi portarsi in vacanza un dispositivo di storage esterno non è poi così difficile. Pensiamo agli hard disk. Con gli anni sono diventanti sempre più piccoli, nonostante le loro capacità di memorizzazione siano notevolmente aumentate. Stesso discorso per i notebook. Detto ciò, qualsiasi sia lo strumento hi-tech usato per scattare le foto, è consigliabile passare tutto su un supporto esterno.

Album social

Pubblicare continuamente foto sui social, alla fine potrebbe rivelarsi utile in caso di smarrimento o furto dello smartphone. Potremmo recuperare le immagini scattate in vacanza facilmente. Attenzione però: non fate sapere ai ladri che siete fuori casa. È consigliabile in queste situazioni modificare le impostazioni della privacy in modo tale che i vostri album non siano visti da occhi indiscreti.

Stampare le foto

Anche se ormai sono davvero poche le persone che lo fanno, il modo più classico per mettere al sicuro le foto scattate al mare o in montagna è stamparle una volta tornati a casa. Ci permettono di avere una copia cartacea delle immagini e di non perderle mai.

Contenuti sponsorizzati