huawei p40 pro Fonte foto: Huawei
ANDROID

EMUI 10.1, tutte le novità in arrivo sugli smartphone Huawei

La EMUI 10.1 è stata ufficializzata da Huawei: tra le novità un nuovo assistente personale che sostituisce Google Assistant. Ecco da quando sarà disponibile

È iniziata ufficialmente, con la presentazione di EMUI 10.1 e della gamma P40 che lo porta installato di fabbrica, l’era post Google di Huawei: con la nuova interfaccia, infatti, il gigante cinese introduce diverse novità pensate per non far rimpiangere l’assenza dei Google Mobile Services, sostituiti dagli Huawei Mobile Services a causa del noto ban di Donald Trump contro Huawei.

La novità più grande ed evidente, ma che mostra come ancora molto ci sia da fare, è l’assistente personale Celia. Pensato come sostituto di Google Assistant, si attiva con la formula di rito “Hey Celia” ma ancora è ben lontano dall’offrire funzionalità paragonabili a quelle di Assistant, Alexa o Siri. Ci sono poi altre novità, più o meno appariscenti, nella EMUI 10.1. Tra di esse anche MeeTime, che già dal nome fa il verso a Google Meet e a FaceTime. Molte altre funzioni, invece, sono nel solco di quanto già visto sulle precedenti interfacce utente di Huawei come le varie ed efficaci opzioni di condivisione semplificata di file e dello schermo.

EMUI 10.1: Hey Celia

Il nuovo assistente vocale degli smartphone Huawei con EMUI 10.1 si chiama Celia e si attiva pronunciando le parole “Hey Celia”. Niente di nuovo, quindi, rispetto ad altri “colleghi” già noti. Al momento le sue funzionalità sono molto limitate, quasi una bozza: funziona solo in inglese, spagnolo e francese ed è disponibile nel Regno Unito, Francia, Spagna, Colombia, Cile e Messico. Al momento tramite Celia è possibile lanciare chiamate, scrivere messaggi, riprodurre musica, chiedere una traduzione o segnare appuntamenti sul calendario. Uno dei problemi di Celia, paradossalmente, è il nome: pronunciandolo in inglese (“Silia“) se c’è un iPhone nei paraggi si attiva Siri.

EMUI 10.1: le altre novità

Oltre a Celia con EMUI 10.1 arriva anche l’app MeeTime, che è la versione Huawei di Google Duo o di FaceTime. Con MeeTime possiamo fare chiamate audio e video, condividere lo schermo e cambiare sfondo della chiamata. Huawei Share, invece, ci permette di trasmettere musica in streaming su speaker wireless Bluetooth. OneHop e Cast+ sono invece le app per connettere al volo più dispositivi Huawei o per trasmettere il nostro schermo. Entrambi, secondo Huawei, sono molto efficienti anche in caso di connessione non ottimale.

Quando arriva EMUI 10.1

La nuova versione dell’interfaccia utente sarà disponibile prima sulla serie Huawei P40, per poi arrivare anche sugli altri modelli dell’azienda cinese. Per il momento Huawei non ha comunicato i tempi di rilascio della EMUI 10.1, ma molto probabilmente bisognerà aspettare ancora qualche mese. I primi modelli potranno ricevere l’aggiornamento tra la fine di aprile e l’inizio di maggio

EMUI 10.1: la lista degli smartphone Huawei

Non c’è ancora una lista ufficiale da parte di Huawei su quali smartphone riceveranno la EMUI 10.1, ma verosimilmente saranno gli stessi che hanno avuto anche la EMUI 10. In totale dovrebbero essere più di cinquanta i modelli tra smartphone e tablet a ricevere l’aggiornamento nei prossimi mesi. Sicuramente nella lista sono presenti tutti gli smartphone Huawei usciti in questo inizio di 2020 e nel 2019.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963