Libero
google pixel 6 pro Fonte foto: Google
ANDROID

Google Pixel Fold: il pieghevole sarà così

Google Pixel Fold potrebbe essere diverso da come ci saremmo aspettati. L’ultima indiscrezione proviene proprio da Google

Sono ormai diversi mesi che circolano indiscrezioni riguardo alla realizzazione di uno smartphone pieghevole da parte di Google. Il modello, che è ancora in fase di sviluppo, potrebbe prendere il nome di Pixel Fold e Big G starebbe spargendo di volta in volta sempre più indizi riguardo alle sue fattezze e alle sue caratteristiche.

Il dispositivo, infatti, sarebbe già apparso altre volte in alcuni leak con i nomi in codice Passport e Pipit, rivelando anche alcuni dettagli riguardo alla sua fotocamera. L’ultima novità ce la rivela 9to5Google, che ha notato un’altra volta il nome Pipit, associato da Google stessa a delle animazioni di una beta release di Android che mostra come inserire la SIM in un dispositivo pieghevole. Dalle immagini è possibile trarre alcuni spunti riguardo alla posizione della cerniera e, più in generale, all’estetica del dispositivo. Ci si aspettava che potesse essere molto simile a Samsung Galaxy Fold3, ma a quanto pare sarà un po’ diverso.

Google Pixel Fold, come sarà

Come si può vedere nelle animazioni della Android 12L Beta 2 rilasciata da un paio di giorni, Google mostrerebbe come inserire una SIM card all’interno di uno smartphone pieghevole. Ma il dettaglio che più salta all’occhio è il nome in codice Pipit, che farebbe proprio riferimento al Pixel Fold. Trattandosi di animazioni di una pre-release del sistema operativo del robottino, è possibile che Google le rimuoverà prima del lancio ufficiale.

Nella prima delle due si può notare il dispositivo chiuso su sé stesso con cerniera che spicca nella parte sinistra e carrellino della SIM che sbuca dalla parte inferiore. Sulla faccia mostrata, potrebbe trovare posto il display esterno del pieghevole Google, o così almeno lascerebbe intendere la G presente al centro.

La seconda animazione raffigura lo smartphone aperto e si possono notare i segni della cerniera nella parte superiore e in quella inferiore in posizione centrale. Lo slot per la SIM, invece, situato nella metà di sinistra. Sul bordo della metà di destra, si può anche intravedere qualcosa che assomiglia al bilanciere di regolazione del volume.

Basandosi soltanto sulle immagini, sembra che Google Pixel Fold abbia un aspetto più simile a Find N che Galaxy Fold. Infatti, quando è aperto, appare quadrato. Tuttavia, le dimensioni del display dovrebbero essere maggiori di quelle del pieghevole Oppo e, in precedenza, alcuni rumor ipotizzavano una diagonale da 7,6 pollici.

Inoltre, in base a quanto riporta 9to5Google, il Pixel Fold potrebbe integrare lo stesso processore utilizzato dalla serie Pixel 6, ovvero il chipset proprietario Google Tensor GS101, e potrebbe fare uso della stessa fotocamera presente sulla variante base.

Google Pixel Fold, quando arriverà

Se il tutto trovasse conferma, è probabile che potremmo vedere il nuovo smartphone Google già nel 2022, che si andrà ad aggiungere ad altri ottimi dispositivi come Honor V Magic, Huawei P50 Pocket ed i pieghevoli di Samsung e Oppo.

Chissà se si farà attendere ancora molto anche Apple, che non si è ancora decisa a lanciare il primo iPhone pieghevole.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963