plex Fonte foto: Plex
SMART EVOLUTION

Plex, l'anti-Netflix gratuito: come funziona

Al momento i contenuti sono disponibili solo in lingua inglese, ma ben presto verranno introdotti i sottotitoli in italiano. L'accesso è gratis con pubblicità

5 Dicembre 2019 - Approda oggi in Italia un nuovo servizio di streaming gratuito. Plex, questo il nome della nuova piattaforma online, non necessità di alcuna sottoscrizione e offre un vasto catalogo di film e show accessibili senza necessità di sottoscrivere un abbonamento, a patto che si accetti di visualizzare delle inserzioni pubblicitarie.

Plex è compatibile con diversi sistemi operativi, computer desktop, laptop e dispositivi mobile. Plex è disponibile per iOS e Android, Windows e macOS, smart tv, Xbox e PlayStation, Apple TV e Amazon Fire TV. Infine, Plex prevede anche il mirroring su Chromecast. Plex può essere definito un servizio di streaming online in forma embrionale. La piattaforma è all’inizio della sua nuova vita, in quanto nasce come un sistema per media center totalmente open source. Ma Plex gode di importanti partnership che, nel medio e nel lungo termine potrebbero fare la differenza e provare a mettere i bastoni tale ruote ai colossi dello streaming, in primis Netflix, seguito da Disney+, Amazon Prime Video, Apple TV.

Plex: come funziona

Plex dispone di un catalogo che comprende, tra gli altri, i film e gli spettacoli di giganti come MGM, Warner Bros, Lionsgate e Legendary. Tutti i contenuti video della nuova piattaforma di streaming online sono fruibili solamente in lingua inglese. I sottotitoli in lingua italiana per ora non sono disponibili, ma Plex ha prontamente dichiarato che a breve lo saranno. Plex è completamente gratuito, ma prevede comunque la possibilità di sottoscrivere un abbonamento mensile, Plex Pass, che al prezzo di soli 4,99 euro consente di poter usufruire di una serie di interessanti feature come il parental control, sbloccare la funzionalità Mobile Sync, nonché registrare gli spettacoli e le trasmissioni live per guardarle in un secondo momento.

Plex: le origini

Il progetto Plex è frutto dell’esperienza acquisita a partire dal lontano 2003 dalla Kodi Entertainment Center, un tempo nota come XBMC, ovvero un programma open source nato per la console Xbox e ideato all’epoca per la gestione di un completo media center o di Home theater PC. Il progetto inizia a prendere forma nel 2007 e da allora ha compiuto dei notevoli balzi in avanti trasformandosi da media center in una vera piattaforma di streaming online forte di importanti partnership con i maggiori Studios nonché con l’ultimo accordo siglato con Tidal, il servizio di streaming musicale norvegese acquisito poi da Jay-Z.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963