Libero
GUIDE ALL’ACQUISTO

Recensione LG OLED evo G3, un televisore straordinario

Tra tutti i televisori che abbiamo provato negli ultimi mesi, questo LG OLED evo G3 è quello che ci ha colpiti particolarmente per la qualità delle immagini e per il design.

Il mercato dei televisori è praticamente sterminato, ma c’è ancora chi riesce a fare la differenza e la recensione di LG OLED evo G3 ne è la prova concreta: abbiamo testato un televisore strepitoso, che ha nella combinazione tra design e qualità delle immagini i suoi punti di forza, ma che gioca le carte migliori con la nuova tecnologia su cui può contare.

LG OLED evo 55,

LG OLED evo 55,

TOTALE PUNTI 8.8

Recensione LG OLED evo G3

Non è facile scegliere un televisore nuovo, l'offerta del mercato è così vasta che è complicato orientarsi tra migliaia di prodotti, con un'escursione di prezzo a volte incomprensibile: in un contesto così complesso, si inserisce

PRO
  • Qualità delle immagini strepitose
  • Luminosità dei Pixel grazie alla tecnologia evo
  • Design molto ricercato
  • 4K ingressi HDMI da 120 hz
CONTRO
  • Non c'è supporto da tavolo in confezione
  • Prezzo elevato
Recensione LG OLED evo G3
Design e Specifiche tecniche
VOTO: 9

Il design di LG OLED evo G3 ci è arrivato dritto al cuore, per la sua semplicità e per la linearità delle forme. Chiaramente questo televisore nasce per essere appeso al muro, tanto è vero che nella confezione di vendita non è inserito il supporto da tavolo, venduto a parte.

In effetti molte scelte estetiche sono state fatte proprio con l'idea di creare un oggetto che si integri perfettamente con l'ambiente in cui è installato, anche per questo lo spessore del televisore LG OLED evo G3 è superiore rispetto a quello di molti altri modelli provati negli ultimi mesi. La ragione è da cercare nella necessità di avere uno spazio per la dissipazione del calore, ma anche nel desiderio di creare un aspetto omogeneo, adatto proprio all'installazione a muro.

Abbiamo provato la versione da 55" di questa TV, ma ci sono anche le versioni da 65", 77" e 83", un'escursione di prezzo significativa tra i diversi modelli, ma capita per tutti i prodotti in circolazione.

Dovendo concentrare l'attenzione sulla scheda tecnica di LG OLED evo G3, dobbiamo senza dubbio segnalare la presenza di ben quattro ingressi HDMI tutti compatibili con segnali 4K a 120 Hz, due dei quali sono anche compatibili con lo standard eARC.

Il blocco delle connessioni viene completato dalla presenza di tre porte USB, ma anche dallo slot cam per l'accesso ai programmi criptati. A completare le porte disponibili troviamo un'uscita ottica per l'audio e una porta Ethernet.  Ovviamente, questo televisore si può collegare ad Internet anche con l'utilizzo di wifi.

Tra i dati tecnici fondamentali, quando si tratta di scegliere un televisore, c'è quello del consumo: in questo caso si parla di 77 W.

 

Recensione LG OLED evo G3
La tecnologia OLED evo
VOTO: 9

Per una recensione di LG OLED evo G3 davvero completa, bisogna spiegare accuratamente cosa significa quella piccola sigla che è stata posta al centro del nome, ovvero "evo".

Parliamo dell'evoluzione degli schermi OLED, ottenuto grazie ad un nuovo strato di piccole lenti che amplificano la luminosità delle immagini, riuscendo ad instradare tutta la luce prodotta verso chi guarda. Si chiama Micro Lens Array ed è la soluzione individuata da LG per ovviare al principale problema degli schermi OLED, la loro scarsa luminosità.

Questo nuovo strato applicato alla struttura del televisore non basterebbe se non fosse affiancato ad un processore basato su algoritmi di intelligenza artificiale, l'Alpha 9 di sesta generazione, che governa una soluzione chiamata Brightness Booster Max.

Per rendere ancora più interessante questo televisore c'è l'ottimizzazione delle immagini per coloro che giocano, grazie ad una opzione Game Optimizer.

Il software
VOTO: 9

Come abbiamo ripetuto spesso durante le prove di televisori, la tecnologia dello schermo è importante, ma non è più sufficiente nell'era dei televisori smart, bisogna necessariamente tenere conto anche del sistema operativo a disposizione degli utenti.

Su questo fronte LG OLED evo G3 non teme confronti, perché da anni l'azienda coreana usa un sistema operativo chiamato webOS, derivato da una soluzione per i palmari, che nel corso degli anni è stato ottimizzato e trasformato in una delle migliori proposte presenti sul mercato.

C'è il pieno supporto allo standard AirPlay di Apple, il che significa che questo televisore vive in perfetta simbiosi con iPhone, iPad e Mac.ma non solo, perché la grandissima diffusione dei televisori LG garantisce anche la presenza di qualunque applicazione di streaming oggi attiva.

Questa nuova generazione di TV, inoltre, è pienamente compatibile con lo standard Matter per la gestione della casa intelligente, al momento le applicazioni sono molto limitate, ma nel tempo questo protocollo condiviso tra tutti i grandi produttori di dispositivi connessi per la casa sarà semplicemente semplicemente rivoluzionario, perché permetterà di comunicare tra loro a oggetti di marchi diversi.

Ci sono anche soluzioni curiose, che probabilmente userete poco, ma all'occorrenza sapranno soddisfare le esigenze anche dei consumatori più pignoli, come quella di poter dividere a metà lo schermo per mostrare da un lato i programmi televisivi e dall'altro i video di YouTube, piuttosto che il browser per la navigazione Internet.

Non è chiarissimo cosa possa servire effettivamente, ma certe soluzioni è sempre meglio averle piuttosto che doverne lamentare la mancanza.

 

Recensione LG OLED evo G3
Il telecomando
VOTO: 8

Il telecomando di LG OLED evo G3 è condiviso con tutti gli altri televisori del marchio coreano: il design è lo stesso da anni e trova il suo elemento distintivo nella presenza di un puntatore, che si può usare esattamente come un mouse, soluzione molto comoda per muoversi all'interno di un sistema operativo sempre più complesso.

Come capita per molti altri produttori, anche il telecomando di LG presenta alcune scorciatoie per attivare i servizi di streaming più popolari.

Recensione LG OLED evo G3
La qualità delle immagini
VOTO: 9.5

Abbiamo già affrontato molti degli aspetti che compongono la recensione di LG OLED evo G3, ma l'aspetto più importante riguarda ovviamente la qualità delle immagini, perché alla fine si compra un televisore per consumare contenuti multimediali.

Prima di condividere la nostra esperienza di visione con LG OLED evo G3 vale la pena sottolineare che quanto stiamo per raccontare non vale per il modello da 83", che ha una struttura diversa, senza l'utilizzo del pannello Micro Lens Array.

Abbiamo provato il modello da 55" che produce addirittura il 70% di luce in più, senza però cambiare i consumi del televisore. Per migliorare la propria esperienza si possono sfruttare le diverse regolazioni pre-impostate, come cinema, sport, ma anche l'opzione filmMaker, che si può attivare automaticamente quando c'è un contatto adatto.

Questo televisore supporta HDR10, HLD e Dolby Vision, bisogna però evidenziare anche che non c'è lo standard HDR10+, usato principalmente da Amazon Prime Video. Non è però un grosso problema, perché la piattaforma streaming usa anche il codec Dolby Vision, che garantisce comunque un'ottima qualità.

Grazie al nuovo standard OLED evo è stato superato il problema principale dei modelli precedenti, quello cioè di una definizione leggermente penalizzata in ambienti molto luminosi.

Qualità audio
VOTO: 8

Nell'epoca delle serie televisive con grandi effetti speciali e dei film che basano molte delle loro fortune sulla colonna sonora, ovviamente anche la diffusione audio di un televisore diventa un parametro indispensabile.

Nel caso di LG OLED evo G3 possiamo sicuramente esprimere un parere positivo, ma dobbiamo mettere in guardia i potenziali acquirenti dagli effetti nefasti della modalità audio gestita dall'intelligenza artificiale.

Si parla spesso dell'importanza di allenare l'intelligenza artificiale perché le sue capacità siano davvero funzionali: l'algoritmo di LG ha probabilmente studiato pochissimo o era distratto, perché il suo intervento spesso peggiora l'audio rispetto alla sua versione originale.

Un vero peccato, perché in realtà il sistema audio di questo televisore è di buon livello e può sostituire una soundbar, se non si hanno esigenze particolari. per chi deciderà di acquistare un sistema audio della stessa LG, si potrà sfruttare quello che viene chiamato Wow Orchestra System, l'opzione che permette di usare contemporaneamente sia i diffusori della sound bar che quelli del televisore. Dicono che il risultato sia davvero immersivo, ci fidiamo sulla parola perché non abbiamo provato questa soluzione.

Riassunto

Recensione LG OLED evo G3

Design e Specifiche tecniche
9
La tecnologia OLED evo
9
Il software
9
Il telecomando
8
La qualità delle immagini
9.5
Qualità audio
8
Conclusioni

LG OLED evo 55'', Smart TV 4K, OLED55G36LA, Serie G3 2023, Design One Wall, Processore α9 Gen6, Brightness Booster Max, Dolby Vision, Wi-Fi 6, 4 HDMI 2.1 @48Gbps, VRR, ThinQ AI, webOS 23

LG OLED evo 55'', Smart TV 4K, OLED55G36LA, Serie G3 2023, Design One Wall, Processore α9 Gen6, Brightness Booster Max, Dolby Vision, Wi-Fi 6, 4 HDMI 2.1 @48Gbps, VRR, ThinQ AI, webOS 23

L'acquisto di un televisore può essere particolarmente complesso e può imporre momenti di riflessione importanti, se il prezzo non è un problema, LG OLED evo G3 può risolvere tutti i dubbi e soddisfare anche gli utenti più raffinati ed esigenti.

Abbiamo provato decine di televisori, solo negli ultimi mesi, in alcuni casi con grandissima soddisfazione, ma nessuno dei dispositivi provati ci è piaciuto quanto LG OLED evo G3, che si può comprare ad occhi chiusi, a patto però poi di aprirli e di godere dei meravigliosi colori che è in grado di riprodurre.

Italiaonline presenta prodotti e servizi che possono essere acquistati online su Amazon e/o su altri e-commerce. In caso di acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, Italiaonline potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. I prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo: è quindi sempre necessario verificare disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati.