samsung galaxy a52s Fonte foto: Samsung
ANDROID

Come aumentare la memoria sui telefoni Samsung

Con una storica tecnologia Windows di recente applicata al mondo Android Samsung Galaxy A52s 5G riesce ad accrescere "magicamente" la propria RAM

Di memoria sui dispositivi elettronici non ce n’è mai abbastanza. In un oggetto elettronico ideale, metteremmo memoria RAM e spazio di archiviazione infiniti, ma nel mondo reale questo non è possibile. Un limite deve esserci, ma quasi sempre spostarlo più in alto possibile ha dei costi produttivi ingenti, che si ripercuotono poi sul prezzo d’acquisto pagato dall’utente.

I prodotti con tanta RAM e una memoria interna molto grande costano, e neanche poco, per cui siamo spesso chiamati ad una scelta di compromesso, magari facendo affidamento su backup frequenti o sullo spazio di archiviazione in cloud a memoria satura. Sullo spazio di archiviazione, insomma, i metodi per rimediare ci sono anche se i produttori snobbano sempre più di frequente gli slot per l’espansione di memoria. Il problema semmai è la RAM, cioè la memoria per far girare le app, che una volta scelta in fase d’acquisto non si può più modificare. Anzi, non si poteva più modificare, al passato. Adesso si può: lo dimostra Samsung ma lo hanno dimostrato diversi produttori Android di recente implementando la cosiddetta memoria RAM virtuale (o, come la chiama qualcuno, “RAM espansa“).

La RAM virtuale su Galaxy A52s 5G

Samsung l’ha appena introdotta su Galaxy A52s 5G attraverso un aggiornamento software. Sembra che l’azienda di Seul stia testando la soluzione in preparazione di un lancio più ampio: la sua introduzione al momento riguarda infatti il solo Galaxy A52s 5G peraltro limitatamente agli esemplari attivi in India.

Una strana scelta, quella di Samsung, che ha suggerito come l’azienda possa aver deciso di testare la novità su un numero (relativamente) limitato di clienti prima di distribuirla altrove su un quantitativo di modelli più elevato. La memoria virtuale infatti potrebbe favorire principalmente gli smartphone di fascia media o bassa di qualche anno fa, sui quali si potrebbe aumentare “virtualmente" la RAM in modo da renderli più agili dunque più adeguati al passare del tempo.

Il firmware che porta la memoria RAM virtuale sui Samsung Galaxy A52s 5G indiani è il A528BXXU1AUH9 che nel changelog riporta miglioramenti alla stabilità, correzioni di bug, ottimizzazioni delle prestazioni e “RAM Plus" – Samsung la chiama così – che permette di trasformare all’occorrenza fino a 4 GB di spazio di archiviazione in memoria RAM virtuale, da sommare quindi a quella reale del dispositivo, per un totale di 10 oppure 12 GB di RAM “ibrida" a seconda della versione acquistata.

Sulla RAM virtuale non c’è solo Samsung

Quella della memoria RAM virtuale è una novità recente del panorama Android che potrebbe accrescere il ciclo vitale di uno smartphone spostando in avanti il momento della sostituzione, con molte grazie del pianeta per i rifiuti elettronici risparmiati.

Samsung è solo l’ultima ad accordarsi ad una serie di altri produttori che avevano già abbracciato l’idea della RAM virtuale, come Realme che riesce ad arrivare vicina ai 20 GB di RAM complessiva con GT Master Edition, oppure OPPO che ha inaugurato da poco la RAM Expansion: vi consigliamo di leggere l’articolo qualora voleste approfondire il concetto di RAM virtuale.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963