whatsapp
APP

Su WhatsApp arrivano foto e video che si autodistruggono

In fase di test una funzione che ci permette di eliminare automaticamente foto e video dopo che il destinatario li ha visualizzati, quando arriverà?

WhatsApp continua a sperimentare nuove funzionalità e a inserirle nelle versioni bet dell’app per smartphone, distribuite agli iscritti al suo canale di beta testing. L’ultima di esse si chiama “Expiring Media” ed è in pratica il seguito degli “Expiring Messages” inseriti in un’altra beta, a fine luglio 2020.

Al momento, però, né la prima né la seconda funzione sono attive sull’app ufficiale stabile di WhatsApp, quella distribuita al grande pubblico tramite App Store e Play Store. Potrebbero però arrivare a breve, perché gli Expiring Media non fanno altro che confermare che l’interesse di WhatsApp di offrire questa funzionalità ai suoi utenti è reale. Quando arriveranno? Impossibile dirlo al momento: le beta sono così, vengono usate per testare funzionalità che poi potrebbero arrivare anche dopo mesi o anni. O non arrivare del tutto. Ma in cosa consiste la nuova funzione “Expiring Media” e come si usa in una chat di WhatsApp?

WhatsApp, cosa sono gli Expiring Media

Gli Expiring Media sono ciò che il loro nome significa in inglese: file multimediali (jpg, gif e video) che scadono e si autodistruggono dopo un tot di tempo. Un po’ come succede per le Storie, ma il meccanismo è diverso.

Innanzitutto la funzione non è automatica e va scelta su ogni contenuto che vogliamo si autodistrugga. Dopo aver selezionato il file da inviare, quindi, potremo scegliere se dovrà scomparire da solo. Non c’è né un timer da impostare né il file scompare dopo un tot di tempo: l’immagine o il video spariranno subito dopo che il destinatario li avrà visualizzati.

Tra l’altro i file con questa impostazione vengono mostrati in modo leggermente diverso, rispetto a quelli normali, all’interno della chat: in questo modo è facile riconoscerli a colpo d’occhio.

WhatsApp punta sulla sicurezza

Sia con i messaggi che con le immagini e i video che si autodistruggono WhatsApp potrebbe fare un passo avanti nella direzione della sicurezza e della tutela della privacy dei suoi utenti. Molto spesso, infatti, capita che materiale scambiato su WhatsApp venga poi fatto circolare al di fuori della chat in cui è stato condiviso.

Il vero dubbio, che ancora non ha una risposta perché entrambe le funzioni sono sperimentali, è se WhatsApp le implementerà insieme ad una terza funzione: il blocco degli screenshot. Se i messaggi, oltre ad autodistruggersi, dovessero essere anche impossibili da “congelare” allora la funzione sarebbe effettivamente utile.

In tal caso, infatti, chi vuol far girare i contenuti al di fuori della chat in cui vengono scambiati potrebbe farlo solo fotografando la chat stessa con un altro smartphone.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963