Google I/O Fonte foto: OpturaDesign / Shutterstock
TECH NEWS

Cosa aspettarsi dal Google I/O 2019

Quali sono le novità che verranno annunciate durante il Google I/O 2019? Ecco alcune delle tematiche più attese per la conferenza del 7 maggio

3 Maggio 2019 - Maggio è arrivato e, come ogni anno, si avvicina l’appuntamento con il Google I/O. La conferenza dedicata agli sviluppatori targata Big G si tiene tradizionalmente nella prima metà di maggio e, ovviamente, il 2019 non fa eccezione. Il Google I/O 2019, infatti, si terrà allo Shoreline Amphitheatre di Mountain View dal 7 al 9 maggio prossimi.

Ma cosa ci sarà da aspettarsi quest’anno? Le novità nell’aria sono davvero tante: l’entusiasmo per l’arrivo di Android Pie sarà presto solo un ricordo, perché Google vuole stupire utenti e professionisti con i suoi nuovi annunci. Molto spazio dovrebbe essere dedicato al nuovo Android Q e alle novità incluse nel sistema operativo per smartphone, ma il gigante di Mountain View dovrebbe approfittarne anche per svelare il Pixel 3a e il Pixel 3a XL, i suoi nuovi smartphone economici. Nel corso della tre giorni, inoltre, dovrebbero essere tolti i veli da un nuovo Google Home dotato di schermo. Ma vediamo meglio nel dettaglio.

Nuovi smartphone Google: Pixel 3a e Pixel 3a XL

Tra le novità più attese del 2019, ci sono i nuovi smartphone Google. Parliamo del Pixel 3a e del Pixel 3a XL. Durante il Google I/O 2019, tutti si aspettano la presentazione ufficiale dei due dispositivi. Le varie fonti hanno già comunicato alcune caratteristiche dei cellulari, per esempio entrambi disporranno di un set di fotocamere da 12 megapixel, complete di Pixel Visual Core.

Le differenze tra i due Pixel 3a riguarderanno le dimensioni dello schermo e il processore. Infatti, il Pixel 3a avrà un display di 5,6 pollici e sarà dotato di uno Snapdragon 670, mentre la versione XL avrà lo schermo di 6 pollici e uno Snapdragon 710. Forse Google darà ulteriori dettagli sul prezzo, che per ora rimane ancora sconosciuto.

Novità Android Q durante il Google I/O

Sicuramente, l’azienda svelerà i dettagli della nuova versione del sistema operativo Android. Tra le caratteristiche potrebbero esserci funzionalità diverse, come la Desktop Accessibility, ovvero una modalità ideata per coloro che vogliono usare lo smartphone come un pc. Ma alcuni dicono che ci saranno anche novità per quanto riguarda la Modalità Scura.

La versione Beta del nuovo sistema è stata rilasciata a marzo, e quindi alcuni dettagli sono già sotto gli occhi di tutti. Per esempio, Google ha inserito la possibilità di guardare le chat anche mentre si usano altre app, e probabilmente Android Q includerà anche il supporto per i cellulari pieghevoli. Senza contare, che l’azienda sta puntando molto sull’aumento della sicurezza per gli utenti, quindi ci saranno sicuramente delle funzioni pensate per proteggere la privacy. Le funzioni incluse nel sistema saranno tante, ma probabilmente Google non svelerà tutte le sue carte durante la conferenza.

Nest Hub Max

L’Intelligenza Artificiale sarà l’altro grande protagonista del Google I/O. Sicuramente si parlerà del sistema Nest Hub Max, che prenderà il posto dell’attuale Google Home Hub. L’azienda si è già fatta sfuggire alcune indiscrezioni, che dovranno trovare conferma il 7 maggio. Per esempio, il dispositivo avrà sicuramente uno schermo più ampio, di 10 pollici con risoluzione HD, al posto dei 7 pollici dell’Home Hub. Inoltre, supporterà degli altoparlanti stereo, che miglioreranno la qualità dei suoni, soprattutto della musica ascoltata dai servizi Google.

Sarà dotato di una fotocamera da 12 MP che consentirà di effettuare videochiamate, e rilevare dei movimenti video in modo da rendere l’antifurto ancora più efficace. Infine, dovrebbe ospitare una memoria RAM di 2GB e un processore Amlogic T931. Tutte queste specifiche dovranno essere confermate durante il Google I/O.

Le altre novità

Queste erano le principali tematiche attese per la tre giorni di conferenza Google. Naturalmente, le novità saranno molte di più. Infatti, ormai l’azienda ha partorito così tanti progetti, da toccare diversi ambiti della nostra esistenza. Sicuramente si parlerà delle evoluzioni di Google Assistant, pietra miliare dei suoi prodotti. Inoltre, non potranno essere lasciate fuori gli aggiornamenti di Google Chrome e Chrome OS o anche Stadia, la nuova tecnologia dedicata ai gamers. Insomma, siamo sicuri che l’azienda impiegherà solo tre giorni per annunciare le sue novità? Non resta che attendere la Google I/O 2019 per scoprirlo.