iliad Fonte foto: Cristian Storto / Shutterstock.com
TECH NEWS

Iliad, migliorata la copertura di rete: cosa cambia

Iliad sta continuando a ingrandire la propria rete proprietaria per offrire un servizio sempre migliore. Ecco tutte le ultime novità

Continua imperterrito il lavoro di Iliad nella realizzazione di una rete proprietaria in grado di coprire tutto il territorio nazionale nel minor tempo possibile. L’obiettivo dell’operatore telefonico è di costruire una rete indipendente nel giro di un paio di anni, in modo da non dover più dipendere da WindTre. I clienti Iliad sanno molto bene che inizialmente l’operatore ha siglato un accordo con WindTre per offrire una copertura capillare del territorio italiano.

L’accordo è ancora in essere e continuerà per alcuni anni, ma nel frattempo Iliad ha iniziato i lavori per installare degli impianti proprietari per la costruzione di una rete indipendente. Al momento, secondo i dati forniti da UniversoFree, sono più di 4300 le antenne installate dall’operatore, una crescita continua anche nel periodo del lockdown. L’obiettivo è di superare le 5000 entro la fine del 2020 e di imprimere una forte accelerata per tutto il 2021, anno in cui Iliad spera anche di fare il proprio debutto nel settore della telefonia fissa.

Iliad, rete indipendente per una qualità migliore

Iliad, sebbene si appoggi al momento sulla rete di WindTre, non è un operatore virtuale come i vari Kena Mobile, Very Mobile, ho.mobile e Poste Mobile, ma un operatore vero e proprio. Questo grazie all’accordo sottoscritto con WindTre che permette a Iliad di utilizzare una tecnologia particolare per la rete. Si chiama ran sharing e si tratta di un roaming evoluto che mostra sullo schermo degli utenti che la copertura di rete è di Iliad e non di chi mette a disposizione l’infrastruttura. Nonostante questo tipo di accordo, Iliad ha comunque deciso di puntare sulla costruzione di una rete proprietaria, con un progetto a lungo termine e che si dovrebbe concludere nei prossimi anni.

Per il momento le antenne montate sono circa 4300 e si trovano soprattutto intorno alle grandi città. Nei prossimi mesi partirà il piano di espansione verso le città un po’ più piccole, in modo da coprire tutto il Paese. Dai dati mostrati da UniversoFree, ad esempio, tre Regioni ancora non hanno nessuna antenna installata: Molise, Valle d’Aosta e Basilicata.

Iliad, cosa succederà con le offerte per la rete fissa

Si sta avvicinando anche il momento in cui Iliad sbarcherà nel settore della rete fissa. Da oramai alcune settimane è stato annunciato l’accordo con Open Fiber che permetterà all’operatore di sfruttare una rete super veloce che pian piano si sta espandendo in tutta Italia. Per la rete fissa, la politica di Iliad sarà differente: non costruirà una rete proprietaria, ma continuerà ad appoggiarsi sempre su quella di Open Fiber.

Per quanto riguarda le tariffe e le offerte, invece, la politica sarà sempre la stessa: prezzi bassi senza nessun costo nascosto. L’annuncio delle prime offerte dovrebbe avvenire entro la fine del 2020, l’inizio del 2021, con il debutto ufficiale fissato per il prossimo anno.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963