Libero
Perché non si vedono i canali del digitale terrestre
HOW TO

Perché non si vedono i canali del digitale terrestre

Improvvisamente non riuscite più a vedere i canali del digitale terrestre? Le soluzioni a questi problemi sono più semplici di quanto si creda

- Ultimo aggiornamento

Si tratta di un problema più diffuso e comune di quanto si possa pensare. E, il più delle volte, riesce difficile capire perché sia successo. Fatto sta che, da un giorno all’altro, si accende il TV e improvvisamente non si vedono i canali del digitale terrestre. Il tutto senza che sia cambiato nulla nell’impianto: nessuno ha toccato l’antenna, né modificato alcun cavo o collegamento.

Le cause possono essere molteplici, ma non sempre sono di facile individuazione. Può capitare, ad esempio, di accendere il TV e i canali Mediaset non si vedono più. Oppure, dopo un temporale o una serata di forte vento, non si vedono più i canali della RAI. Se vi doveste trovare in questa situazione, non dovete disperarvi: la soluzione potrebbe essere molto più semplice di quanto immaginiate. Solitamente, le cause che impediscono al TV di “decodificare" il segnale del digitale terrestre sono “veniali" e possono essere risolte nel giro di pochi minuti.

Perché non si vedono i canali del digitale terrestre

Uno dei motivi principali che impediscono al TV di “decodificare" il segnale del digitale terrestre è la scarsa qualità del segnale stesso. Provocato, nella maggior parte dei casi, da un deterioramento dell’impianto di ricezione. Ossia, dell’antenna e dei cavi coassiali che arrivano fino in casa.

In seconda battuta, potrebbe esserci stata una variazione del segnale che ha fatto “scomparire" i canali della RAI, di Mediaset o di qualunque altro operatore nazionale e locale. Si tratta di una situazione che si presenta più spesso di quanto si pensi, solo che nella gran parte dei casi non ce ne accorgiamo: è il sistema del TV a risolvere in maniera autonoma il problema, ma a volte potremmo trovarci senza i canali senza capire quale sia il reale motivo.

Se sei in un condominio con impianto centralizzato, infine, il problema potrebbe essere causato dalla mancanza di un “ricettore" adatto nella scatola del “centralino" condominiale oppure un impianto sottodimensionato non in grado di redistribuire il segnale su tutte le prese dell’impianto.

Cosa fare se non si vedono i canali del digitale terrestre

Per verificare se i problemi di sintonizzazione siano causati da un impianto di ricezione deteriorato dovrai necessariamente chiamare un antennista. Certo, puoi anche provare a collegare un altro TV alla presa e vedere se i problemi sono causati dal televisore che si sta rompendo o è un problema di impianto. Anche facendo così, però, non avrai la certezza del risultato ottenuto e dovrai comunque ricorrere a un antennista.

Un’altra possibile soluzione, molto più semplice ed economica, passa dalla risintonizzazione automatica dei canali. Potrebbe darsi che l’operatore TV sia stato costretto a cambiare frequenze di trasmissione e il canale abbia “traslocato". L’operazione richiede una manciata di secondi e potrebbe consentirvi di risparmiare diverse decine di euro.

H2: Cambio frequenze per il nuovo digitale terrestre DVB-T2

Chi possiede vecchi televisori o decoder potrebbe non vedere più i canali del digitale terrestre a causa dello switch-off TV, ovvero del passaggio al nuovo standard DVB-T2 per il digitale terrestre di seconda generazione. In vista della cessione di alcune frequenze per il 5G, infatti, le trasmissioni televisive stanno gradualmente passando alle nuove frequenze, un’operazione le cui tempistiche dipendono dall’emittente e dalla zona geografica, in quanto lo switch-off segue una tabelle di marcia differente in base all’area territoriale.

In questo caso bisogna innanzitutto controllare che i dispositivi TV siano compatibili con lo standard DVB-T2, per poter ricevere le trasmissioni HEVC 10 bit H265 con la codifica audiovisiva MPEG4. In caso positivo basta effettuare la sintonizzazione automatica dei canali del digitale terrestre, oppure eseguire un aggiornamento del dispositivo per la reinstallazione dei canali televisivi. In alternativa potrebbe essere necessario sistemare l’antenna TV, oppure aggiungere un amplificatore di segnale per potenziare la ricezione qualora la copertura dovesse essere ridotta.

Se invece i dispositivi non sono compatibili con lo standard DVB-T2 bisogna comprare apparecchi predisposti, ad esempio un nuovo televisore con tuner DVB-T2 integrato, oppure un decoder DVB-T2 HEVC Main 10 con supporto per il digitale terrestre di seconda generazione. Se la copertura del digitale terrestre non arriva nella propria zona è possibile optare per un impianto satellitare, per vedere i canali televisivi attraverso la piattaforma Tivùsat, con la quale si possono guardare tutti i principali canali attraverso un’apposita scheda e un lettore integrato.

Quali dispositivi comprare per il digitale terrestre DVB-T2

Per ricevere i canali del nuovo digitale terrestre è possibile comprare un decoder o TV DVB-T2 compatibili, oppure migliorare la ricezione del segnale acquistando una nuova antenna o un amplificatore di segnale. Un’altra opzione è invece il satellitare con Tivùsat, una piattaforma gratuita per guardare le trasmissioni televisive attraverso il digitale via cavo. Ecco i migliori prodotti da valutare per ogni esigenza.

Amplificatore di segnale Meliconi AMP20

Piccolo amplificatore di segnale per il digitale terrestre

Amplificatore di segnale Meliconi AMP20

Amplificatore di segnale Meliconi AMP20

Dove la ricezione del digitale terrestre è scarsa è possibile aumentare la potenza dell’antenna TV con un amplificatore di segnale, un dispositivo utile per incrementare la capacità di ricezione dell’antenna senza cambiarla con un nuovo modello. Un prodotto interessante è il Meliconi AMP20, dotato di un efficiente filtro LTE per eliminare le interferenze con le reti telefoniche del 4G, un sistema di regolazione fino a 20 dB, 1 ingresso e 2 uscite da 75 Ohm, con alimentazione tramite collegamento diretto alla presa di corrente.

Perché comprarlo? Amplificatore di segnale per antenna TV per il digitale terrestre per migliorare la ricezione in caso di scarsa copertura.

Caratteristiche principali

  • Amplificatore di segnale digitale terrestre
  • 1 ingresso
  • 2 uscite 75 Ohm
  • Filtro LTE
  • Regolabile fino a 20 dB

Antenna TV Oittira per digitale terrestre

Ottima antenna TV interna per DVB-T2

Antenna TV Oittira per digitale terrestre

Antenna TV Oittira per digitale terrestre

Un prodotto economico per risolvere la ricezione dei canali del digitale terrestre è l’antenna TV Oittira, un dispositivo da interno facile da installare e da utilizzare. L’apparecchio supporta i canali 4K con risoluzione Ultra HD, oltre ovviamente a tutti i contenuti HDTV, è predisposto per l’aggiornamento automatico ed è dotata di un filtro Crystal per eliminare i disturbi dalle reti FM e telefoniche. L’antenna permette di vedere tutti i canali DVB-T2 HEVC 10 bit, tra cui le trasmissioni Rai e Mediaset.

Perché comprarlo? Antenna TV per il digitale terrestre semplice da montare per ottimizzare la ricezione dei canali DVB-T2.

Caratteristiche principali

  • Antenna TV digitale terrestre
  • DVB-T2 HEVC 10 Bit
  • Supporto 4K Ultra HD
  • Filtro Crystal
  • Design ultrasottile

Edision Picco T265+

Il decoder DVB-T2 più economico

Edision Picco T265+

Edision Picco T265+

Un decoder DVB-T2 economico è il dispositivo Edision Picco T265+, uno dei ricevitori per il digitale terrestre più venduti online su Amazon. Si tratta di un apparecchio compatto e facile da utilizzare, dotato di presa HDMI con supporto per la risoluzione Full HD. Il device è compatibile con le trasmissioni nello standard HEVC Main 10 bit, inoltre è predisposto per il collegamento di una chiavetta USB Wi-Fi. Offre un’ampia connettività con presa SCART, Ant In e S/PDIF, ha un comodo telecomando 2 in 1 per il decoder e il televisore, in più può ricevere anche il digitale via cavo tramite standard DVB-C.

Perché comprarlo? Ottimo decoder DVB-T2 economico e facile da usare.

Caratteristiche principali

  • Decoder digitale terrestre
  • DVB-T2/C HEVC 10 Bit
  • HDMI Full HD
  • SCART, S/PDIF, Ant In
  • Supporto USB Wi-Fi

Mini decoder DVB-T2 THT 82

Il decoder DVB-T2 più leggero e compatto

Mini decoder DVB-T2 THT 82

Mini decoder DVB-T2 THT 82

Per ottimizzare lo spazio nella postazione TV è possibile comprare il mini decoder THT 82, un piccolo ricevitore per il digitale terrestre di seconda generazione da collegare direttamente al televisore tramite una presa HDMI. Il dispositivo pesa appena 120 grammi, con dimensioni ridotte di 10,2 cm di lunghezza per 2,8 cm di larghezza. È in grado di decodificare i canali HD per le nuove trasmissioni in alta definizione, inoltre basta collegarlo a una presa di corrente per mantenere la sintonizzazione dei canali anche dopo lo spegnimento.

Perché comprarlo? Mini decoder DVB-T2 ultracompatto per il nuovo digitale terrestre.

Caratteristiche principali

  • Decoder digitale terrestre
  • DVB-T2 HEVC 10 Bit
  • HDMI HDTV
  • Alimentazione USB o corrente
  • Telecomando in dotazione

Impianto satellitare Compaq

Sistema satellitare completo con kit di montaggio

Impianto satellitare Compaq

Impianto satellitare Compaq

Se non si vedono più i canali del digitale terrestre è possibile che la copertura delle nuove frequenze sia assente, tuttavia è possibile guardare le trasmissioni televisive attraverso il satellitare e una smart card per Tivùsat. In questo caso serve un decoder e un impianto satellitare come il sistema proposto da Compaq, una dotazione completa con tutto il kit per l’installazione. All’interno sono presenti una parabola in acciaio zincato da 80 cm, un Sat Finder per il puntamento della parabola, un LNB da 0,1 dB per la conversione della frequenza, una staffa a L e 20 metri di cavo.

Perché comprarlo? Sistema satellitare completo per il digitale tramite satellite con Tivùsat.

Caratteristiche principali

  • Impianto satellitare
  • Parabola in acciaio zincato da 80 cm
  • Sat Finder
  • LNB da 0,1 dB
  • 20 metri di cavo

Italiaonline presenta prodotti e servizi che possono essere acquistati online su Amazon e/o su altri e-commerce. In caso di acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, Italiaonline potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. I prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo: è quindi sempre necessario verificare disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963