come fare a trasferire dati da android a iphone Fonte foto: Shutterstock
ANDROID

Come passare i dati da iOS a Android e viceversa

Per sostituire il proprio smartphone con un iPhone senza perdere nemmeno un file è necessario sapere come trasferire i dati da Android a iPhone: ecco come fare.

Arriva per tutti un momento nella vita in cui è necessario sostituire il proprio smartphone. Alcuni, in fase di scelta, potrebbero decidere di orientarsi su un altro device mobile con sistema operativo Android, magari cambiando solo marca di produzione. Altri, però, potrebbero scegliere di rivoluzionare il loro modo di approcciarsi all’universo dei telefonini entrando nell’ecosistema iOS di casa Apple. E viceversa, ovviamente. Occasioni, queste, in cui avremo necessariamente bisogno di qualche tempo per adattarci alla differente interfaccia del sistema operativo e alle sue funzionalità specifiche.

Non solo, nell’immediato avremo pure necessità di sapere come trasferire dati da Android a iPhon, e da iPhone a Android, che siano file, foto, video, musica, e in generale tutto ciò che abbiamo conservato all’interno del nostro dispositivo. In questa guida scopriremo allora come fare passo per passo, analizzando insieme tutti gli scenari e gli strumenti possibili.

Trasferire dati da Android a iPhone: come fare

Nel caso si volessero trasferire dati da Android a iPhone, esiste un sistema molto semplice ed intuitivo, per altro fornito dallo stesso colosso di Cupertino. Sistema particolarmente indicato per chi ha necessità di importare tutti i suoi dati in blocco, senza una selezione precedente. Si tratta dell’app Passa a iOS, Move to iOS in lingua inglese, da scaricare gratuitamente. L’applicazione di Apple deve essere installata sullo smartphone Android e utilizzata durante la fase di inizializzazione del nostro nuovo iPhone. In questo modo andremo a trasferire di tutto, dai contatti a foto e video, passando per la cronologia dei messaggi, gli account email, la cronologia web, il calendario, e addirittura le applicazioni installate, naturalmente solo se sono disponibili su entrambi i sistemi operativi.

Prima di utilizzare Passa a iOS dobbiamo verificare che entrambi i dispositivi abbiano la batteria carica e che sia attiva la loro connessione Wi-Fi, così da creare un punto d’accesso tra lo smartphone Android e l’iPhone. Non solo, da verificare c’è pure lo spazio disponibile sul nuovo iPhone, che dovrebbe essere abbastanza capiente da “accogliere" i dati del nostro precedente telefono. Naturalmente, più dati andremo a trasferire maggiore sarà il tempo necessario per portare a termine la procedura nel modo corretto. Fatto questo, andiamo ad inizializzare il nuovo melafonino, seguendo la procedura guidata, che ci chiederà di impostare alcuni parametri, come la lingua o il fuso orario.

Ad un certo punto, tramite la schermata App e Dati, iOS ci chiederà se vogliamo recuperare i dati da un backup, se preferiamo inizializzare l’iPhone come nuovo oppure se migrare i dati da un dispositivo Android, con la voce “Migra i dati da Android“. Selezioniamo quindi quest’ultima opzione, facciamo tap su “Continua" e attendiamo qualche secondo. In questa fase l’iPhone va a creare una rete Wi-Fi e genera un codice numerico, che dobbiamo ricordarci di annotare per consentire l’accesso allo smartphone Android. Prendiamo in mano proprio questo device e installiamo l’app Passa a iOS dal Google Play Store, avviamola e inseriamo il codice numerico per collegare i due dispositivi. Stabilita la connessione, selezioniamo i contenuti da trasferire, e pigiamo su “Avanti" per avviare il trasferimento. Quando è giunto al termine, facciamo tap sul tasto “Continua" per proseguire con la procedura guidata di configurazione iniziale del telefonino Apple.

Trasferire dati singoli da Android a iOS

Oltre all’utilizzo dell’app di Apple Passa a iOS, più indicata per il passaggio di grandi blocchi di file, è possibile pure trasferire dati da Android a iPhone in modo manuale, scegliendo a nostra discrezione quelli che ci interessano. Capirete che, in questo scenario, la procedura è diversa in base al tipo di file che vogliamo spostare dal nostro vecchio dispositivo al nuovo acquisto. Niente paura, però, perché le soluzioni sono dietro l’angolo, illustrate nei paragrafi successivi di questa guida.

Foto e video

Per trasferire album interi, possiamo fare affidamento su Google Foto, ovvero il servizio di Big G per il backup di foto e video gratuito e illimitato, se si utilizza la modalità Alta qualità, che offre un upload a una risoluzione massima di 16MP per le foto e 1080p per i video. Se queste limitazioni vi stanno strette, potete sempre scegliere la modalità Originale, che effettua l’upload su Google Drive, utilizzando lo spazio di 15 GB gratuito. Finito lo spazio di archiviazione a disposizione, c’è la possibilità di effettuare un upgrade a pagamento, con prezzi che partono da 1,99 euro al mese per 100 GB di memoria. Per procedere al trasferimento, dobbiamo scaricare l’app Google Foto sullo smartphone Android e sull’iPhone, avviandola su entrambi e accedendo con lo stesso indirizzo Gmail.

Contatti e calendari

Per effettuare il passaggio di informazioni legate a contatti e calendari da Android a iPhone, è consigliabile procedere con la sincronizzazione dell’account Google. Sullo smartphone Android dobbiamo andare sulle “Impostazioni" e selezionare le voci “Utenti e account", poi Google e indirizzo Gmail, e successivamente spostare su ON le levette in corrispondenza delle voci Contatti e Calendario. Facciamo allora tap su “Sincronizza ora". Prendiamo l’iPhone e andiamo sulle sue “Impostazioni" e scegliamo la voce “Password e account", per fare tap su “Gmail" e attivare le voci “Contatti e Calendari", spostando le levette su “ON".

Musica e documenti

Se usiamo i servizi di streaming di musica, Spotify, YouTube Music o Amazon Music, per citarne alcuni, tutta la musica acquistata o le playlist create saranno legate all’account utilizzato per questi servizi, e dunque non perderemo nulla cambiando cellulare. Basterà solo riscaricare l’applicazione corrispondente su AppStore ed eseguire l’accesso al nostro account per ritrovare tutto. Se invece abbiamo dei file musicali nella memoria dello smartphone Android, possiamo spostarli su iPhone utilizzando l’app gratuita Send Anywhere. Anche per trasferire documenti da Android a iOS, una buona soluzione è quella di utilizzare l’applicazione Send AnyWhere. In alternativa, si possono sfruttare i tanti servizi di cloud storage esistenti, tra Google Drive, Dropbox o OneDrive.

Come trasferire dati da iPhone a Android

Ora che sappiamo come trasferire dati da Android a iPhone, potrebbe essere altrettanto utile capire come compiere l’operazione inversa. In modo da trasferire foto da iPhone a Android, ma pure video, contatti, documenti e qualsiasi file ci sia ancora utile sul nuovo device. Fortunatamente la procedura è piuttosto semplice, considerando che i due dispositivi con OS diversi possono “comunicare" tra loro utilizzando il backup e la sincronizzazione. Procediamo allora con la prima operazione, ovvero associare a entrambi i dispositivi un account Google, effettuando così la sincronizzazione di tutti gli elementi in memoria. Sul device iOS, pigiamo su Impostazioni e facciamo subito dopo tap sulle voci Contatti, Account e password, e Aggiungi Account. Pigiamo sul logo di Google, eseguiamo l’accesso al nostro account e pigiamo sul pulsante Avanti. Effettuato l’accesso, possiamo verificare di attivare le levette in corrispondenza delle voci che vogliamo sincronizzare – tra Posta, Contatti, Calendari e Note.

Andiamo ora ad assicurarci che l’account Google impostato sia quello predefinito per la sincronizzazione della rubrica: andiamo quindi su Impostazioni, poi Contatti e infine Account di default, e spuntiamo ovviamente l’account appena aggiunto. Ora, dobbiamo solo attendere qualche secondo prima che la sincronizzazione arrivi al termine. Quella stessa sincronizzazione che si può effettuare anche con un metodo alternativo. E altrettanto efficace come quello appena illustrato. Ci riferiamo alla possibilità di utilizzare l’app di backup e cloud storage Google Drive. Disponibile per il download sia su Google Play Store che su AppStore, consente di sincronizzare i file e i dati su più dispositivi, in modo tale che siano sempre a portata di clic.

Per procedere, scarichiamo l’app per iOS da AppStore e avviamola. Nella schermata principale di Google Drive che ci troveremo di fronte una volta lanciato, selezioniamo la voce “Accedi" ed effettuiamo il log in con l’account Google che abbiamo intenzione di utilizzare anche sul nostro nuovo smartphone Android. Ad accesso effettuato, andiamo sul menu, riconoscibile dal simbolo di tre linee orizzontali, e subito dopo facciamo tap sul pulsante con il simbolo dell’ingranaggio e solo alla fine sull’opzione “Backup". Arrivati a questo punto, andiamo a selezionare tutte le voci che vogliamo sincronizzare, così da verificare che siano effettivamente attive. La scelta spazia tra “Contatti", “Eventi di calendario", “Foto e Video", e per eseguire di fatto il backup tanto desiderato non dobbiamo fare altro che tappare la voce “Avvia il backup“.

Una volta finita la procedura, se effettuata nel modo corretto, troveremo tutti i nostri account salvati su iOS sincronizzati con il nostro account Google, e ora memorizzati nell’applicazione Contatti di Android. Non è tutto, gli eventi del calendario di iOS vengono sincronizzati con Google Calendar, e le foto scattate con il nostro iPhone perfettamente riprodotte nell’applicazione Google Foto. A questo punto, così come nel trasferire dati da Android a iPhone, dovremmo essere riusciti a compiere anche l’operazione inversa con successo, e senza troppi grattacapi. Naturalmente esistono sugli store digitali anche dei software di terze parti che permettono il passaggio di dati e file tra smartphone con diversi sistemi operativi. Uno dei più efficaci, e da mettere in download completamente gratuito, è Smart Switch, particolarmente indicato per la gamma di prodotti della sudcoreana Samsung.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963